Maltrattava e picchiava la moglie: 56enne condannato a 2 anni di reclusione

L'uomo della provincia di Chieti è stato condannato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali

Maltrattattava e picchiava l’ex moglie. Per questo il tribunale di Chieti ha condannato un uomo di 56 anni della provincia teatina a due anni di reclusione, pena sospesa, e al pagamento di una provvisionale, a titolo di risarcimento dei danni, di 10 mila euro.

I maltrattamenti erano iniziati alcuni anni fa, dopo che la donna, costituitasi parte civile nel processo, aveva scoperto che il marito la tradiva. L'uomo rincasava abitualmente a tarda ora e, alle rimostranze della donna, l’aggrediva rivolgendosi a lei con frasi di disprezzo e parole offensive.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna, sempre secondo l’accusa, è stata anche picchiata dal marito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento