Malore dopo lo spettacolo, anziana salvata dai vigili del fuoco di Chieti

I vigili in servizio gratuito di vigilanza, si sono accorti che la donna aveva appena avuto un infarto: non respirava e non aveva polso. Così hanno iniziato le manovre di rianimazione cardiopolmonare indispensabili per rianimarla

AGGIORNAMENTO Purtroppo la signora Lucia Palermo non ce l'ha fatta. E' morta in seguito a un intervento a cui è stata sottoposta nella notte al Santissima Annunziata.

Intervento decisivo dei vigili del fuoco di Chieti, ieri sera (domenica 6 dicembre), al Supercinema, per salvare la vita ad un’anziana colta da infarto. 

E’ accaduto dopo lo spettacolo di beneficenza “Nu marite pe’ Catarine”, il cui incasso è stato devoluto alla clinica oncologica del Santissima Annunziata.   

Calato il sipario, mentre il numerosissimo pubblico defluiva all’esterno, all’improvviso una donna di 82 anni si è sentita male, accasciandosi pian piano. Tempestivo è stato l’intervento della squadra in servizio di vigilanza antincendio gratuito e di un collega fuori servizio, che era in sala con la famiglia per assistere allo spettacolo. 

I vigili, formati per interventi di primo soccorso, si sono accorti che la signora non aveva polso e non respirava, e immediatamente le hanno praticato la rianimazione cardiopolmonare. Al terzo ciclo di respirazione artificiale e massaggio cardiaco, la donna ha ripreso le sue funzioni vitali.  

Nel frattempo, era stata chiamata un’ambulanza del 118: i paramedici hanno trasportato la paziente in ospedale, dove al momento è ricoverata in Terapia Intensiva all’ospedale di Chieti.

Solo il rapido e competente intervento dei vigili del fuoco di Chieti ha permesso di salvarle la vita, applicando le corrette manovre di rianimazione per poi sottoporla alle cure mediche. Il plauso all'operato dei vigili è arrivato da più parti e anche dai medici presenti in sala, che hanno avuto modo di riscontrare la competenza e l'altissima formazione dei professionisti del comando provinciale di Chieti, addestrati non solo ad intervenire in incendi o calamità naturali, ma anche per prestare soccorso in caso di malore. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Allarme invasione cimici: i rimedi per eliminarle da casa

  • Condannati i rapinatori dei coniugi Martelli: devono scontare dagli 8 ai 15 anni

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Bimbi più vicino a mamma e papà: alla Walter Tosto apre l’asilo nido aziendale

Torna su
ChietiToday è in caricamento