Tornareccio, il miele di Luca Finocchio è il migliore d'Italia

Così ha decretato la giuria del concorso nazionale dei mieli Roberto Franci di Montalcino (Siena), che ha premiato con il primo posto il miele agli agrumi. Mentre a quelli di coriandolo, clementine, millefiori e castagno sono stati assegnati gli attestati di qualità 2016

Il miele migliore d'Italia nel 2016 è quello dell'apicoltore Luca Finocchio di Tornareccio. Così ha decretato la giuria del concorso nazionale dei mieli Roberto Franci di Montalcino (Siena), che ha premiato con il primo posto il miele agli agrumi. Mentre a quelli di coriandolo, clementine, millefiori e castagno sono stati assegnati gli attestati di qualità 2016.

Il premio è stato ritirato sabato scorso (10 settembre) da Fabiana Finocchio, nella splendida cornice della Fortezza di Montalcino, dove dal 9 all'11 settembre si è svolta la Settimana del Miele, mostra mercato che l'associazione degli Apicoltori di Siena, Grosseto e Arezzo (Asga) promuove da quarant'anni, insieme al concorso "Roberto Franci", giunto invece alla trentacinquesima edizione. 

Gli ambiti riconoscimenti, pensati per promuovere e valorizzare i migliori mieli di produzione nazionale e internazionale, sono assegnati da una giuria di assaggiatori composta da iscritti all'Albo Nazionale degli Esperti in Analisi Sensoriale del Miele al termine di una selezione lunga e impegnativa. Il primo premio assoluto è stato assegnato pari merito anche ad un'azienda apistica di Leinì (Torino).

Grande soddisfazione per Apicoltura Luca Finocchio, che partecipa da undici anni al concorso di Montalcino dove, senza considerare i riconoscimenti 2016, ha ottenuto 23 premi, tra cui altri tre primi posti assoluti. 

"Si tratta - commenta Luca Finocchio - di premi che, se sommati alle altre competizioni nazionali e internazionali come il recente Sofi Award 2016, l'"oscar" delle eccellenze culinarie assegnato a New York, attestano con autorevolezza la qualità del nostro miele, frutto di una tradizione e di una passione che ci contraddistinguono da quasi cinquant'anni. Sono soddisfazioni che ci spingono ad andare avanti, e fare sempre meglio ciò che per la mia famiglia rappresenta una vera e propria vocazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo scompare da Orsogna, l’appello dei familiari

  • Chieti, Tentano furto ad azienda di carni: messi in fuga dal proprietario

  • Aeroporto d'Abruzzo, pista più lunga: lo scalo si prepara a diventare intercontinentale

  • Val di Sangro, operaio si sente male in fabbrica: muore a 44 anni Massimo Gollino

  • Chieti si fa dolce con la fiera del cioccolato: la guida agli eventi del fine settimana

  • Crollo alle "Industriali": famiglie preoccupate, gli studenti non entrano a scuola

Torna su
ChietiToday è in caricamento