Domenica di incidenti sulla Majella: due gli interventi del CNSAS

Il primo, a Fara San Martino, durante la Val Serviera: è stato necessario l'intervento di un elicottero per prelevare la ferita; l'altro, a Bocca di Valle, dove un uomo si è fratturato la caviglia

un'immagine del soccorso Cnsas

Nella giornata di ieri (domenica 1 luglio) il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico dell’Abruzzo ha effettuato due interventi in provincia di Chieti nel comune di Fara San Martino e in quello di Guardiagrele.

A Fara San Martino, durante la manifestazione “32^ Val Serviera” è una donna di 54 anni di Atessa è stata soccorsa durante l’escursione per un problema alla gamba. L’escursionista è stata raggiunta da una squadra di soccorso del CNSAS a 1500 metri, c’è voluto un elicottero per raggiungere il luogo dell’infortunio, distante oltre 5 ore di cammino dal fondo La donna nel primo pomeriggio è stata trasferita all’ospedale di Chieti.

Contemporaneamente, a Bocca di Valle, un pescarese di 57 anni è scivolato frattura dosi la caviglia alla cascata di San Giovanni, a circa 1000 m di quota. Seppur con una scarsa copertura telefonica, l’uomo è riuscito ad allertare la centrale operativa del 118, che inoltrato la richiesta al Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzese. Una squadra del CNSAS e alcuni agenti della Forestale hanno prestato le prime all’infortunato riportandolo a valle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore investita dall'auto con la figlia minorenne a bordo: la vittima era di Chieti

  • Morto investito lungo la fondovalle Alento: la vittima è Aldo D'Angelosante

  • Morto l'uomo caduto all’interno della scala mobile di Chieti

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • In auto con due chili di cocaina pura: arrestato dopo inseguimento da Chieti Scalo a Vasto

  • Coronavirus, quattro studenti sotto osservazione in Abruzzo

Torna su
ChietiToday è in caricamento