Incidente Fondovalle Sangro, non ce l'ha fatta l'operaia coinvolta

Daniela Martorella, 37 anni, martedì stava tornando a Bomba dopo il turno alla Sevel. L'incidente per evitare i cinghiali

Dall'ospedale di Teramo è arrivata la notizia della morte cerebrale di Daniela Martorella, l'operaia di 37 anni rimasta coinvolta nell'incidente frontale avvenuto martedì scorso sulla Fondovalle Sangro, allo svincolo di Piane d'Archi. La donna era stata sottoposta a due delicati interventi. In giornata si deciderà per l'espianto delle cornee.

L'incidente è avvenuto all'alba di martedì: Daniela, operaia alla Sevel, aveva terminato il turno di notte e stava tornando a Bomba su una Renault Clio insieme a un collega. Per evitare due cinghiali incontrati sulla strada, la vettura ha sbandato scontrandosi con una Ford Kuga con due campani a bordo, la donna è stata sbalzata fuori dall'abitacolo e ha perso conoscenza.

Daniela Martorella lascia due bimbi piccoli.

Migliorano invece le condizioni degli altri tre feriti, trasferiti al policlinico di Chieti.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Inaugurato il centro prelievi al vecchio ospedale, ora l'obiettivo è trasferire tutte le attività ambulatoriali sul colle

    • Cronaca

      Solo ieri l'arresto, nella notte nuovo furto al liceo Scientifico

    • Video

      Video | Benvenuti in via Piaggio: la strada colabrodo

    • Cronaca

      Fra pochi giorni saranno coperti i fasci del teatro Fenaroli: furono posizionati nel 1998

    I più letti della settimana

    • Perano, investito mentre attraversa la strada: muore a 53 anni

    • Incidente stradale ad Ancona: muore finanziere della provincia di Chieti

    • Si schianta contro un'automobile, centauro in gravi condizioni

    • Perde il controllo del trattore e muore schiacciato mentre torna a casa

    • Si è spento Vittorio Storto: fondò il bar Impero sul corso

    • Teatino evade dai domiciliari e si costituisce a Venezia: "Mia mamma è andata in Messico, meglio in carcere che solo"

    Torna su
    ChietiToday è in caricamento