"Ho bevuto qualcosa a pranzo": camionista ubriaco fermato al casello di Chieti e denunciato

Stava per prendere l'autostrada. Un altro autotrasportatore è stato fermato dalla polizia stradale dopo aver guidato per circa 21 ore senza aver effettuato l’adeguato riposo giornaliero

La polizia stradale di Chieti, coordinata dal comandante Fabio Polichetti, sta intensificando in questi giorni i controlli nel settore dell’autotrasporto professionale di merci e passeggeri.

Decine i controlli che quotidianamente vengono effettuati a camionisti e conducenti di pullman, sia italiani che stranieri, che tutti i giorni viaggiano sulle principali strade della nostra provincia e soprattutto in autostrada. 

Altrettante le infrazioni emerse, alcune anche gravi come il caso di un autotrasportatore italiano, fermato poco prima dell’ingresso in autostrada al casello di Chieti da un pattuglia della Polstrada impegnata nei controlli. L’autista aveva appena caricato alcune merci a Chieti ed era diretto in autostrada in direzione nord, appena fermato per il controllo documentale gli agenti si sono subito insospettiti dato il forte odore di alcol. Sottoposto alla prova con l’etilometro è risultato positivo con un tasso di 0,92 g/l, (per i conducenti professionali il tasso deve essere pari a 0 essendoci una normativa più stringente). L’autista ha provato a giustificarsi dicendo che aveva bevuto qualcosina dopo il pranzo. Per lui sospensione della patente di guida per oltre 6 mesi e denuncia penale all’autorità giudiziaria.

Sempre nei giorni scorsi un altro autotrasportatore di 50 anni,  residente in Puglia, è stato fermato da una pattuglia lungo il tratto chietino della  A14 per un controllo documentale. Il camionista è apparso subito molto nervoso, motivo per cui gli agenti si sono insospettiti e hanno approfondito i controlli. Da un esame accurato delle risultanze del tachigrafo installato a bordo del mezzo (che permette di misurare i tempi di guida e di riposo) il conducente risultava essere a riposo nonostante in quel preciso momento stesse alla guida.  Questo dato ha fatto presumere un’alterazione fraudolenta del tachigrafo, e dopo altri accurati controlli, la sorpresa: il camionista aveva installato una calamita proprio allo scopo di alterare i tempi di guida. Severissime le sanzioni a cui andrà in contro: sospensione della patente di guida, oltre 800 euro di sanzione pecuniaria nonché denuncia penale all’Autorità Giudiziaria.

Un altro autotrasportatore, invece, è stato fermato sempre al casello di Chieti, dall’esame dei tempi di guida è risultato come lo stesso avesse guidato per circa 21 ore senza aver effettuato l’adeguato riposo giornaliero (che deve essere almeno di 9 ore), riposandosi invece soli 3 ore. 

controllo camion polizia stradale-2

Continuano inoltre senza sosta i controlli per contrastare la guida in stato di ebbrezza: lo scorso week end è stato organizzato un posto di controllo a Francavilla al mare dove sono state ritirate ben  6 patenti di guida, ad altrettanti automobilisti risultati positivi alla prova con l’etilometro, dove il tasso più alto rilevato è stato di ben 2.30 g/l (limite 0,50 g/l) riscontrato ad un ragazzo residente a Francavilla.

Ieri pomeriggio, intorno alle 15, a Chieti Scalo, un automobilista è stato fermato da una pattuglia del distaccamento di Lanciano, in quanto lo stesso procedeva con un’andatura a zig zag. Nei confronti del conducente, un 49 enne residente a Chieti, un tasso alcolico ben oltre il limite consentito. Per lui patente sospesa e denuncia all’autorità giudiziaria.

I controlli saranno ulteriormente intensificati nei prossimi giorni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Si apre una nuova voragine: stop ai mezzi pesanti, si viaggia in un solo senso di marcia

  • Cronaca

    15enne aggredito dal suo cane mentre lo porta dal veterinario, finisce in ospedale

  • Politica

    Scacco di Forza Italia al sindaco: "Non votiamo le delibere fino alle dimissioni dell'assessore Di Biase"

  • Cronaca

    Riescono a entrare nell'azienda di carni e rubano un migliaio di prosciutti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel giorno del Giro: scontro con un'auto, morto un motociclista

  • Muore a 59 anni nello scontro della sua moto contro un'auto: ecco chi era la vittima

  • Scossa di terremoto nel chietino all'alba

  • Si è laureato a Chieti il primo abruzzese insignito del premio per cardiologi under 40

  • Muore sul raccordo autostradale di ritorno da un viaggio con la famiglia

  • Fondo Valle Alento, disposti i prossimi controlli elettronici alla velocità

Torna su
ChietiToday è in caricamento