È stato appiccato il rogo al dipartimento di Farmacia, ora indaga la Digos

Le fiamme sono partite da un cartone posizionato in un magazzino nel seminterrato, sotto il bar

Sembrerebbe di natura dolosa l'incendio scoppiato ieri pomeriggio all'università d'Annunzio, nell'edificio che ospita il dipartimento di Farmacia. Le fiamme sono partite da uno scatolone contenente polistirolo e plastica, situato in un magazzino sotto il bar, dunque nel seminterrato. Da quel punto, il fumo si è ben presto propagato ai piani superiori, facendo scattare l'allarme e l'evacuazione di studenti, professori e personale. 

Immediatamente un dipendente della Guerrato, la ditta che si occupa della manutenzione, ha spento le fiamme con un estintore. Dopodiché sono intervenuti i vigili del fuoco. 

Secondo quanto ricostruito dopo lo spegnimento delle fiamme, sul cartone era presente una sostanza combustibile, che avrebbe accelerato l'incendio. Ora spetta alla Digos indagare se si sia trattato di un mero incidente, o se ci sia stata una volontà di appiccare l'incendio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Coronavirus, l'ordinanza della Regione Abruzzo: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

Torna su
ChietiToday è in caricamento