Inaugurata la nuova stazione di Madonna delle Piane

Realizzata con un investimento di 800mila euro di Rfi, collega Chieti a Sulmona, Pescara e Teramo. Vi passeranno 18 treni ogni giorno, con un flusso di circa 2mila pendolari

È ufficialmente operativa dalle ore 12 di oggi (lunedì 13 giugno), con l’arrivo del primo treno regionale da Piano D’Accio (Teramo) la nuova stazione ferroviaria di Chieti-Madonna delle Piane. Un punto di snodo cruciale, in cui è previsto un afflusso di 2mila passeggeri, per raggiungere più agevolmente ospedale, università e luoghi di lavoro. 

La stazione, in cui transitano i treni delle linee che collegano la città di Chieti con Sulmona e Teramo, è stata realizzata in 12 mesi di lavoro con un investimento di circa 800mila euro da parte di Rfi. Qui fermeranno 18 treni ogni giorno, otto verso Pescara, nove verso Sulmona e uno che arriva fino a Teramo. 

La nuova fermata è dotata di marciapiedi alti 55 centimetri, che consentono una più agevole salita sul treno, di percorsi per ipovedenti e di rampe per il superamento delle barriere architettoniche. Oltre alle pensiline per l’attesa dei treni, c’è una biglietteria automatica. 

Poco più di due mesi fa, il 30 marzo, era stato inaugurato il sottopasso ciclopedonale, tuttora sprovvisto di videocamere di sorveglianza, per le quali oggi il sindaco Umberto Di Primio è tornato a lanciare un appello. 

Oltre al primo cittadino, al taglio del nastro hanno partecipato il presidente della Regione Luciano D’Alfonso, il direttore produzione Ancona di Rete Ferroviaria Italiana Stefano Morellina, l’assessore ai Lavori Pubblici Raffaele Di Felice, l’assessore all’Urbanistica Mario Colantonio. 

“Oggi viene consegnata un’opera che arricchisce il sistema di trasporto pubblico della nostra città – ha detto il sindaco - offrendo a quest’area strategica per la presenza sia dell’ospedale che dell’università, l’opportunità di avere un nuovo punto di accesso. Ho già chiesto a Rete Ferroviaria Italiana di completare questa importante infrastruttura con la realizzazione di un sistema di videosorveglianza che tuteli l’opera e, soprattutto, i cittadini che attraversano il sottopasso pedonale. La nuova stazione rappresenta il primo elemento di una serie di interventi sulle infrastrutture per la mobilità che cambieranno totalmente, come detto in questo anni, lo sviluppo di Chieti grazie al completamento della linea filoviaria  della città e con la realizzazione della funivia che collegherà la parte bassa alla parte alta. I tempi, lo avevamo preannunciato quando tutti erano contro la realizzazione dell’opera, sono stati rispettati e credo che anche il centro sinistra abbia finalmente capito che questa è un’opportunità per la città e per l’intero Abruzzo che si innesterà con la grande opera inserita nel Masterplan Abruzzo, ovvero il collegamento veloce tra la parte alta e la parte bassa di Chieti. La nuova stazione di Madonna delle Piane diventa, quindi, uno snodo strategico per la mobilità della città e dell’intera  parte centrale dell’Abruzzo consentendo a Chieti di diventare la città con il sistema di trasporto pubblico più ecologico dell’intera regione. Questo l’obiettivo che, entro il 2019, vogliamo raggiungere. Il comune di Chieti è pronto ed ha già costituito una task force che vede coinvolti Lavori Pubblici, Urbanistica, Ambiente e Ufficio legale dell’Ente”. 

Il governatore D’Alfonso ha chiesto all’impresa Zappa, che ha realizzato i lavori, di “igienizzare il viadotto” sovrastante, restituendoli dignità.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Chieti usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di Salvor Hardin
    Salvor Hardin

    Chissà perché c'è gente che ha la fissa dello skilift, tanto da suggerirla al NOSTRO sindaco. A Chieti ormai nevica pochissimo, chi E' di Chieti, ovviamente, lo sa. Ma forse c'è un equivoco di fondo: sappiate che lo skilift serve per la neve d'acqua che scende sui monti, non confondetevi con quella che sicuramente scende nel vostro cervello passando dal naso. Per quella, qui da noi, mi dispiace, non approntiamo alcun mezzo pubblico. Au revoir.

  • Avatar anonimo di nonnoenio
    nonnoenio

    chiste sò pazzi, ogne ttante se ne escene nchè na cazzate. La campagna elettorale è finita sindaco ! Febo voleva fare la Teleferica, lui vuol fare la Funivia, sono impazziti questi signori, sia a destra chae a sinistra. Non riescono ad inaugurare un ascensore con i lavori finiti da anni, non riescono a riportare la biblioteca sul colle, hanno messo più di 20 anni per ripristinare la funivia adessi si parla di Funivia, mandate a caxxxe.

  • Avatar anonimo di Terminator
    Terminator

    Di Pri', più che della funivia io mi occuperei più di un bello skilift e di quei quattro asini b a s t a r d i  che, non avendo le attrattive e sufficiente materia grigia nella scatola cranica, fanno una bella pubblicità al "paese mio che stai sulla collina"......

  • Avatar anonimo di Terminator
    Terminator

    Ma Di Primio lo sa che la teleferica era stata strumento di propaganda adoperato da un certo Remo Gaspari  nel 1986? Potrebbe farsi schiarire le idee, rinfrescare la memoria, da D'Alfonso, non credete? 

  • Avatar anonimo di antonio
    antonio

    una cosa importante è da notare che sono stati rispettati i tempi di realizzazione che di solito a Chieti, si conoscono le date inizio lavori ma mai le date di fine lavori. Provate a leggere qualche cartello sui cantieri per credere.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Minacce di morte al commerciante per estorcergli denaro: arrestato in flagranza dalla polizia

  • Video

    VIDEO | Le temperature si abbassano: qualche consiglio per i nostri amici a quattro zampe

  • Attualità

    Quando Uliassi capitolò davanti alle sise delle monache: "Che buono il dolce di Guardiagrele!"

  • Cronaca

    Tagli orari e servizi alla Chieti solidale: i sindacati chiedono un incontro urgente

I più letti della settimana

  • Shock a Ortona: donna violentata in spiaggia, l'aggressore viene fermato dai carabinieri

  • Viale Gran Sasso, vuole gettarsi dal viadotto: gli agenti lo salvano

  • Scontro frontale fra due auto, bloccato il tratto fra Chieti e Ripa Teatina

  • Le migliori scuole superiori a Chieti secondo Eduscopio: Masci e Savoia in vetta

  • Botte davanti al locale e spunta anche una mazza ferrata: cinque denunciati per rissa

  • Strage di patenti dopo la festa del vino

Torna su
ChietiToday è in caricamento