Inaugurato il nuovo ambulatorio vaccinale: nuova vita all'ex "SS. Annunziata"

La nuova sede della struttura che trasloca da via Salomone all'interno dell'ex presidio ospedaliero. Di Primio: "Passo significativo per la rivitalizzazione dell'intero quartiere, cui si aggiungeranno importanti tasselli quali il riutilizzo della Caserma Berardi"

la nuova sede in via Valignani

Da oggi i bambini andranno a fare i vaccini all’ex presidio ospedaliero "SS. Annunziata”. E’ qui che questa mattina è stata inaugurata la nuova sede dell’ambulatorio vaccinale, alla presenza del manager Asl Francesco Zavattaro, del direttore del Dipartimento Prevenzione, Raffaele Sebastianelli, del responsabile del Servizio Vaccinazioni aziendale, Nicola Di Marco, del sindaco Di Primio e del consigliere comunale, Marco Di Paol.

LA STRUTTURA - Un’opera costata 600mila euro e 7 anni di lavori che hanno permesso di lasciare la vecchia sede dell’Ufficio Igiene in via F. Salomone contro la quale si era speso Di Paolo prima con un ordine del giorno, poi con un’interrogazione in Consiglio Comunale e infine con la minaccia di incatenarsi. “Si chiude un’epoca ultra decennale di un ambulatorio di vaccinazioni ubicato in locali palesemente inidonei ed inadeguati per il tipo di interventi previsti” ha commentato Di Paolo.

Un risparmio di affitto notevole che consentirà di tenere in vita la struttura dell'ex ospedale in via Valignani, ha sottolineato invece Zavattaro durante il taglio del nastro.

La struttura, 400 metri quadrati, è stata oggetto di ristrutturazione mentre i locali di proprietà del Comune in via Salomone sono stai dismessi: qui resterà aperto, ancora per poco tempo, solo l’ambulatorio di pneumo-tisiologia che a breve sarà trasferito in un’ala attigua al centro vaccinale, in fase di ristrutturazione.

Il centro accoglierà tutte le vaccinazioni, per un totale di circa 7.000 prestazioni l’anno, tra quelle obbligatorie dell’età pediatrica e quelle facoltative degli adulti (tetano, influenza, rosolia e varicella.

Raggiante anche il sindaco: “Grazie all’apertura dell’ambulatorio vaccinale, si restituisce linfa vitale ad una struttura storica della città di Chieti all’interno della quale sono stati creati ambienti finalmente idonei e funzionali per la tipologia di interventi previsti che potranno garantire un’adeguata accoglienza alle famiglie teatine. Oggi - ha aggiunto -si è compiuto un significativo passo volto alla rivitalizzazione dell’intero quartiere cui si aggiungeranno importanti tasselli quali il riutilizzo della Caserma Berardi da parte dell’arma dei Carabinieri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Coronavirus, l'ordinanza della Regione Abruzzo: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

Torna su
ChietiToday è in caricamento