Quadri, impianto di depurazione malfunzionante: sanzioni alla Sasi

Il Corpo Forestale dello Stato ha erogato sanzioni dai 3000 ai 5000 euro e sta approfondendo il corretto smaltimento dei fanghi provenienti dal letto di essiccamento dell’impianto stesso

Gli odori nauseabondi segnalati dai cittadini di Quadri nei giorni scorsi, avevano una precisa origine: il malfunzionamento dell’impianto di depurazione a servizio dell’agglomerato urbano. Un’azione congiunta del personale del Corpo Forestale dello Stato di Villa Santa Maria e Rosello con i tecnici dell’ARTA ha evidenziato le irregolarità nella gestione dell’impianto che hanno causato la fuoriuscita di materiale organico con tutte le conseguenze del caso in termini di salubrità ambientale.

Il Corpo Forestale dello Stato ha erogato sanzioni dai 3000 ai 5000 euro alla SASI s.p.a., gestore per conto del Comune dell’impianto e sta approfondendo il corretto smaltimento dei fanghi provenienti dal letto di essiccamento dell’impianto stesso, negli ultimi 2 anni.

Le attività di verifica saranno estese anche sulle altre unità depurative situate nei Comuni limitrofi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Coronavirus, negativo il tampone sulla giovane ricoverata a Vasto

Torna su
ChietiToday è in caricamento