Shoah, il "Galiani" ricorda le vittime con la posa della 'pietra d'inciampo'

L’opera è dedicata al professor Aldo Oberdorfer, insegnante dell'istituto deportato e morto in un campo di concentramento a Lanciano. In mattinata anche l'incontro con il questore di Milano, Luigi Savina, ex alunno

la pietra d'inciampo al "Galiani" (foto Del Ponte)

E’ stata inaugurata all’istituto tecnico commerciale “Galiani”  la pietra d'inciampo in memoria della Shoah, dell'artista tedesco Gunter Demnig. La cerimonia martedì mattina nell’area antistante l’ingresso dell’istituto. Il progetto comprende la posa di nuove "pietre d'inciampo" in tutta Italia per ricordare i deportati. Nella scuola teatina l’opera è intitolata al professor Aldo Oberdorfer, insegnante del Galiani deportato e morto in un campo di concentramento a Lanciano. 

Quella di Demnig rappresenta una vera e propria mappa della memoria europea che dal 1995, anno in cui vennero installati i primi "stolpersteine" a Colonia, si è estesa fino a includere oltre 50mila pietre. Si trattava di sampietrini del tipo comune e di dimensioni standard, apposti sul marciapiede davanti alla casa in cui avevano vissuto i deportati. Adesso le 'pietre' stanno per essere installate in Italia: dopo la tappa del giorno prima davanti alla casa di Arrigo Tedeschi a Roma, deportato ad Auschwitz e assassinato nel 1943, è toccato a Chieti. Nelle prossime due settimane altri luoghi saranno coinvolti nel progetto.

Martedì mattina al “Galiani” c’era anche il questore di Milano Luigi Savina, ex alunno dell’istituto teatino che ha incontrato gli studenti e raccontato loro gli anni trascorsi nella scuola.

.

L’istituto tecnico commerciale  e per geometri, che sta festeggiando i 150 anni dalla nascita, chiuderà le celebrazioni il 16 gennaio con un convegno su legalità e cittadinanza attiva al quale è stato invitato un altro ‘noto’ ex alunno: il vicepresidente del Csm Giovanni Legnini.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    I sindaci di Chieti e Lanciano si sfidano alla Provincia: le interviste a Di Primio e Pupillo

  • Cronaca

    Vuole pagare al bar con una banconota falsa, ma nel locale c'è la polizia

  • Cronaca

    La stradale usa il pugno duro contro gli ubriachi al volante: dieci patenti ritirate in una notte

  • Cronaca

    Nessun colpevole per la discarica di Bussi, ma la Cassazione conferma: "Fu disastro ambientale"

I più letti della settimana

  • Guardiagrele e le sue bontà alla Prova del cuoco su Raiuno

  • Salta l'evento di Natale: bagarre in Comune tra l'assessore e "l'associazione vicina all'Udc"

  • Il Natale lo organizza Di Primio: "Eventi e una festa anche a Capodanno"

  • Il prelibato brodetto alla sanvitese approda in tv a La prova del cuoco

  • Picchia più volte il fratello e gli provoca il distacco della retina: teatino allontanato da casa

  • Tagliate le corse degli autobus fuori dal territorio comunale: modificati i percorsi di 3 e 3/

Torna su
ChietiToday è in caricamento