Ladro di auto in trasferta dalla Puglia si scaglia contro un carabiniere: arrestato

Nei guai è finito un 49enne di San Severo, bloccato in Val di Sangro dai carabinieri dopo aver rubato una Lancia Lybra a Fossacesia

Ennesimo colpo da parte dei carabinieri nei confronti dei ricettatori di auto rubate in Abruzzo e destinate alla Puglia. Nella notte tra giovedì e venrdì, sulla strada provinciale Pedemontana in Val di Sangro, i carabinieri del Norm di Lanciano hanno inseguito e fermato Emiliano Severino Micucci, 49enne di San Severo già noto alle forze dell'ordine: viaggiava a bordo di una Lancia Lybra risultata rubata poco prima a Fossacesia.

Micucci procedeva a luci spente assieme ad un'altra auto sospetta. Inseguito dai militari, ha interrotto la marcia cercando di fuggire nei terreni circonstanti e dileguarsi nel buio, ma i carabinieri sono riusiciti a bloccarlo, pur non senza difficolta, dal momento che il 49enne si è scagliato contro uno di loro procurandogli alcune lievi escoriazioni giudicate guaribili in 5 giorni.

Auto rubate a Milano: polstrada le recupera in A14

Sulla vettura rubata c'era anche una centralina modificata utilizzata per avviare il motore e che è stata sequestrata. L'auto è stata invece restituita alla sua propretaria, una 22enne di Fossacesia.

Micucci dovrà rispondere dei reati di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Indagini sono in corso per identificare altri complici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sentenza storica per gli ex militari transitati all'impiego civile: accolta la tesi del legale teatino Pierluigi Abrugiati

  • Lutto nella sanità abruzzese: si è spenta la dottoressa Mariangela Bellisario

  • Un abruzzese nell'inferno di Wuahn in quarantena per il virus cinese

  • L'infermiere era costretto a mansioni da Oss: condannata l'azienda sanitaria

  • Coronavirus: la circolare del Ministero della Salute per non contrarre il virus cinese

  • In tribunale con gli screenshots delle conversazioni della moglie per provare il tradimento ma viene denunciato

Torna su
ChietiToday è in caricamento