Riciclavano pannelli fotovoltaici rubati in Abruzzo e Campania: un arresto e otto denunce

Un 40enne di Civitaluparella è finito agli arresti domiciliari con l'accusa di ricettazione e riciclaggio in concorso di pannelli solari e fotovoltaici, mezzi industriali e motori d'auto

Si è conclusa con un arresto e otto denunce l'indagine avviata a fine 2016 dai carabinieri della stazione di Bomba e dai carabinieri del Nor di Atessa tes a disarticolare un sodalizio criminale responsabile di reati contro il patrimonio nelle province di Chieti, L'Aquila e Salerno.

Questa mattina G.C., 40enne di Civitaluparella, è finito agli arresti domiciliari con l'accusa di ricettazione e riciclaggio in concorso con altre otto persone, di pannelli solari e fotovoltaici, mezzi industriali e motori d'auto. 

Le indagini erano partite a dicembre 2016, dopo il recupero a Bomba di un escavatore rubato a Salerno. I carabinieri successivamente hanno recuperato e resituito ai proprietari quattro escavatori, un camion e 250 pannelli fotovoltaici per un valore di 200 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore investita dall'auto con la figlia minorenne a bordo: la vittima era di Chieti

  • Morto investito lungo la fondovalle Alento: la vittima è Aldo D'Angelosante

  • Morto l'uomo caduto all’interno della scala mobile di Chieti

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • In auto con due chili di cocaina pura: arrestato dopo inseguimento da Chieti Scalo a Vasto

  • Coronavirus, quattro studenti sotto osservazione in Abruzzo

Torna su
ChietiToday è in caricamento