Filovia e funicolare a Chieti: avviate le procedure

Lo annuncia il sindaco: "Entro il 2020 la città si doterà di due straordinari sistemi di trasporto pubblico che renderanno Chieti la più ecosostenibile in Abruzzo"

“Finalmente hanno inizio le procedure per dotare la città, entro il 2020, di due straordinari sistemi di trasporto pubblico che renderanno Chieti la città più ecosostenibile in Abruzzo grazie al completamento del sistema filoviario e, soprattutto, alla realizzazione di un progetto strategico quale la funicolare di collegamento tra l’ospedale clinicizzato e il centro storico, elemento di raccordo e di sostegno alle ulteriori politiche di rivitalizzazione del tessuto urbano”. E’ quanto commenta il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, annunciando che il V Settore Lavori Pubblici nella persona del RUP, architetto Ivonne Elia, ha avviato l’attività propedeutica per la selezione, mediante procedura aperta con il sistema dell’offerta economicamente più vantaggiosa, di professionisti cui affidare la progettazione definitiva ed esecutiva dei lavori di completamento del sistema filoviario e realizzazione della Funicolare di collegamento tra ospedale clinicizzato e centro storico.

Nel dettaglio, il completamento del sistema filoviario di Chieti da via dei Vestini a piazzale S. Anna per un ammontare di 156.420,64 euro, e la redazione del progetto di fattibilità tecnico-economico con studio e redazione di elaborati per la Variante urbanistica riguardante la realizzazione della funicolare di collegamento tra il Campus universitario/Ospedale Clinicizzato e il centro storico della città, per un investimento pari a 172.071,96 euro.

COMPLETAMENTO SISTEMA FILOVIARIO


L’intervento, ricompreso nel Programma triennale delle Opere Pubbliche 2017/2019, prevede un importo complessivo di 4.000.000,00 euro finanziati con delibera CIPE n. 26/2016 (Fondi FSC 2014-2010). Grazie al completamento della filovia, Chieti avrà il più lungo sistema di trasporto ecologico d’Abruzzo.

 
FUNICOLARE


Il 14 settembre 2017 è stata sottoscritta la convenzione regolante i rapporti tra la Regione e il Comune di Chieti nell’ambito del Masterplan Abruzzo per un importo complessivo di 13.000.000 euro.

“Un ulteriore passo in avanti verso i progetti della Chieti del futuro attraverso la realizzazione di grandi opere strategiche che cambieranno il volto e lo sviluppo di questa città – sottolinea il sindaco Di Primio – completando il sistema della mobilità cittadina per rendere Chieti più accessibile, più fruibile ed ecologica. Oltre a rappresentare una opportunità per la Chieti del futuro, queste importanti infrastrutture andranno a ‘mettersi a sistema’ con i progetti pubblici di recupero, in corso o in programma, già esistenti per il territorio, quali; l’ampliamento del parcheggio al Terminal Bus; il completamento del tunnel pedonale; e i programmi di sviluppo sostenibile”.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (12)

  • Avatar anonimo di teatino
    teatino

    A Skalmanato evidentemente piacciono di + le strade di S. donato o Fontanelle dove scorazzano i cavalli degli zingari ...

    • Avatar anonimo di gianni
      gianni

      Teatino chi scrive qui credo sia di Chieti ed ama la città. Ma vedi come è ridotta?? 

  • Avatar anonimo di SKALMANATO
    SKALMANATO

    Prima di parlare ci si rende conto di quanto si sta per dire? La funicolare ha dei costi di gestione altissimi che il Comune non credo possa permettersi nè tantomeno affidare in gestione  poichè il numero di utenti non credo possa coprire i costi di gestione . Chieti purtroppo sta implodendo su se stessa tra l'indifferenza generale mancano i parcheggi (non vengo a Chieti perchè non so dove posteggiare) la citta è sempre più sporca ,l'illuminazione  completamente sbagliata,le strade dissestate,le strisce pedonali sbiadite e nei posti sbagliati e pericolosi e specie di sera  sono quasi invisibili, la toponomastica assente,il degrado è più totale. Il Sindaco cade sempre dalle nuvole quando sollecitato ,

    • Avatar anonimo di Salvor Hardin
      Salvor Hardin

      Skalmanato è un altro che probabilmente ama altre città, quelle che, indubbiamente tengono come un fiore dieci strade, molto, ma molto meglio di quanto faccia Chieti. Purtroppo però, da quel che dice, non frequenta le altre mille, che magari avessero la stessa manutenzione,  e sicurezza pubblica, delle omologhe teatine. D'accordo invece sui parcheggi. Chieti non ha avuto la fortuna di avere aree di risulta.

      • Avatar anonimo di gianni
        gianni

        Manutenzione Chieti?? Decoro Chieti?? PS sono teatino e mi viene il fegato tanto a vedere come è ridotta Chieti!   

        • Avatar anonimo di Salvor Hardin
          Salvor Hardin

          Gianni, per favore, svolgi un utile servizio per Chieti. Arriva a Sambuceto, magari a pomeriggio inoltrato, e poi cammina a piedi verso il mare. Non passare sulla tiburtina, utilizza una parallela, a destra San Donato o a sinistra Rancitelli, a scelta. Poi, poco prima di arrivare ai vari "corsi", gira verso destra o verso sinistra, inoltrati per i vicoli, magari a sole tramontato, giungi verso Montesilvano, a Zanni o verso Francavilla mantenendoti a qualche centinaio di metri dal mare. Per il ritorno affidati ad un bell'autobus urbano. Prendi appunti sulla manutenzione, l'arredo urbano e l'illuminazione, la raccolta dell'immondizia, il verde pubblico ed i servizi sociali, nonché della sensazione di sicurezza pubblica che senz'altro ti conforterà, insieme all'igiene generale, l'aroma di brezza marina e l'igiene e il confort dell'autobus e della bella gente che vi incontrerai per scambiare due chiacchiere in simpatia. Poi facci sapere, così avremo spunti per correggere gli orrori teatini. Ti ringraziamo anticipatamente.

    • Avatar anonimo di Terminator
      Terminator

      Terzo ski pass, questa volta alle falde della Maiella. Consiglio: cambiare fonte di approvvigionamento.

      • Avatar anonimo di gianni
        gianni

        Grande!! Qui non si riesce a sgomberare p.zza S. Giustino ed a riqualificarla e si parla di altre inutili opere....

        • Avatar anonimo di Salvor Hardin
          Salvor Hardin

          "Inutili opere" che portano le persone da e verso un ospedale decentratissimo e quasi impossibile da raggiungere a piedi ma con migliaia di accessi al giorno, e ad un'università che rimane l'unica, ripeto l'unica grande azienda di eccellenza rimasta a Chieti e la sola in grado, teoricamente, di portare forestieri nel centro storico. L'opera utile sarebbe invece rifare pavimento, arredo e allontanare le auto da una piazza della cattedrale decentrata e frequentata, da sempre, solo da chi lavora o usufruisce di municipio e tibunale, e giusto per il tempo necessario alle faccende da sbrigare. Da certe valutazioni si evince, chiaramente, come siamo riusciti nell'epica impresa, mai successa altrove, di riuscire a farci surclassare, in soli ottant'anni, dal ... nostro porto !

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cerca di partire con un documento falso e si finge incinta: arrestata all'aeroporto

  • Salute

    Avis: in aumento i donatori di sangue a Chieti, quasi tremila sacche raccolte

  • Attualità

    Le telecamere di Geo alla scoperta di Rocca San Giovanni e della Costa dei trabocchi

  • Economia

    Inps senza presidente, l'Usb: "A rischio quota 100 e reddito di cittadinanza"

I più letti della settimana

  • Shock all'ospedale: paziente cade dall'undicesimo piano del SS. Annunziata

  • Ex campione di atletica leggera muore lanciandosi dalla finestra dell'ospedale: la procura apre un'inchiesta

  • Si è spento all'improvviso Claudio Micomonaco, impiegato del Comune di Chieti

  • Il ponte che collega Cepagatti a Chieti è pericoloso: scatta la chiusura

  • Giacomo Belli da Chieti ad Amazon: "Vorrei che ci fossero più opportunità per i ragazzi che oggi crescono qui"

  • Acqua di pozzo per la produzione di conserve e condizioni igieniche precarie: stop all'attività di una ditta

Torna su
ChietiToday è in caricamento