Indagine sulla cardiochirurgia di Chieti, troppi medici in malattia

Nei mesi scorsi a denunciare la situazione era stata la consigliera regionale, Barbara Stella (M5s). La Guardia di Finanza di Chieti ha acquisito documentazione

“L'inchiesta da parte della Procura della Repubblica sulla Cardiochirurgia di Chieti è l’ennesima tegola su questo reparto che dovrebbe essere il fiore all’occhiello della Asl di Chieti”. A dirlo è la consigliera regionale Barbara Stella (M5s). La Guardia di Finanza di Chieti ha acquisito documentazione e ascoltato  il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, sulla situazione legata all'unità operativa di Cardiochirurgia all'interno del quale,  nei mesi scorsi, si erano verificati disservizi a causa della contemporanea assenza per malattia di numerosi medici. 

Alla base del caso delle assenze potrebbe esserci il difficile rapporto tra il primario, Gabriele Di Giammarco, e gli altri dirigenti medici. Nei mesi scorsi la situazione era stata denunciata dal consigliere regionale del M5S Barbara Stella: 


“Credo sia alquanto necessario che la Regione e il direttore Generale della Asl Lanciano Vasto Chieti non attendano i tempi lunghi di un’inchiesta, ma si attivino al più presto con tutte le procedure e le azioni necessarie per individuare e risolvere le numerose problematiche del U.O.C in questione. Interrompere le proroghe delle gare precedenti può essere sicuramente un primo passo, ma mi auguro ci si adoperi concretamente per restituire alla comunità un servizio sanitario che faccia sentire al sicuro e in buone mani un cittadino con problemi di salute e che affida la propria vita alla sanità pubblica”.

La consigliera pentastellata chiede una risoluzione in breve tempo della grave problematica:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 “È evidente che c’è qualcosa che non va e non si può più far finta di niente. Come può un cittadino con problemi di salute avere fiducia di una sanità con tutti questi problemi? Non si può più attendere, la Regione ha il dovere di restituire alla comunità una cardiochirurgia nella Asl teatina al pieno delle proprie potenzialità, in cui nessun malato deve avere il minimo dubbio sul proprio destino entrando in un reparto afflitto da perenni problemi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita nel giorno del suo compleanno: tragedia al Tricalle

  • Incidente a Fossacesia, tragico schianto auto-mietitrebbia: morta una ragazza

  • Nuovo caso positivo al Covid 19: è un paziente in ospedale a Chieti, domiciliato a San Salvo

  • Bimbo di 3 anni investito mentre attraversa la strada con la mamma: panico a Chieti Scalo

  • Fontana del maggio, piante e area relax: in un anno e mezzo il restyling di piazza San Giustino

  • È morto l'assessore Antonio Viola

Torna su
ChietiToday è in caricamento