I contenitori vuoti: l'ex Ospedale San Camillo

Viaggio dentro e fuori l'ex sanatorio, polo d'eccellenza teatino, in disuso da oltre sei anni. Qui il tempo sembra essersi fermato a quel settembre 2007

L’ex Ospedale San Camillo di Chieti è chiuso ormai da sei anni. Circondato dagli alberi sulla collina teatina, a pochi passi dal centro, questo vecchio sanatorio è stato mandato in pensione nel 2007 dopo settant’anni di attività e le unità operative trasferite al policlinico di Colle dell'Ara. L’ultima a lasciare il San Camillo fu la Cardiochirurgia.

Ai tempi della chiusura la garanzia che arrivò anche dalla Asl Lanciano Vasto Chieti era che quella struttura, del valore di 12 milioni di euro e ormai inadatta a ricoverare i malati, sarebbe tornata a disposizione della città.  

E di proposte ce ne furono, anche in virtù del grande parco verde annesso, ma a tutt’oggi l’ex Ospedale San Camillo è una struttura inutilizzata. Ed è un peccato.

Tristemente desolata, va ad allungare la lista dei contenitori vuoti presenti in città.

Centinaia, forse migliaia gli oggetti e gli attrezzi abbandonati sia all’esterno che all’interno dell’edificio. Il materiale presente qui è impressionante non solo per la quantità, ma in alcuni casi anche per la qualità: incubatrici, carrozzine, poltrone presidenziali, frigoriferi e strutture letto giacciono fuori e dentro l’edificio in balia delle intemperie, del logorìo e dei vandali.

Perché qui nottetempo, e forse anche di giorno, non è escluso che entri qualcuno. A far cosa non si sa, o possiamo ipotizzarlo. Fatto sta che al piano terra della struttura i segni di recenti passaggi sono inequivocabili: un pacco di biscotti di una marca straniera non ancora scaduti, una borsetta, escrementi umani non proprio datati in una delle toilette.

Ci vuole  poco in effetti, a entrare nel’ex sanatorio.

Anche all’interno la mole di materiale  abbandonata è impressionate: plichi di referti accatastati, scatoloni, vecchi computer, medicinali, piatti, mazzi di chiavi. La loro presenza rimbomba nei quattro piani vuoti e polverosi dell’ex San Camillo.

Dove il tempo sembra essersi fermato a quel settembre 2007.

EX SAN CAMILLO: IL VIDEO

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • Morto l'uomo caduto all’interno della scala mobile di Chieti

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Da Francavilla ad "Avanti un altro", Al Di Berardino conquista Bonolis: "Per me ha già vinto!"

Torna su
ChietiToday è in caricamento