Evade dai domiciliari per andare a giocare la schedina: arrestato di nuovo

Fatale l'incontro con i carabinieri lungo la Passeggiata Orientale di Ortona. L'uomo poco prima stato al centro scommesse

Alla vista dei carabinieri lungo la Passeggiata Orientale di Ortona ha provato giustificarsi dicendo di aver avuto urgente bisogno di una visita media ma L.P., 52enne del posto che era agli arresti domiciliari, era evaso semplicemente per giocare una schedina in un centro scommesse. Circostanza accertata dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile che ieri pomeriggio hanno arrestato di nuovo l’uomo, che stava scontando in detenzione domiciliare una condanna ad un anno di reclusione per ricettazione, per evasione.

Stamani il tribunale di Chieti ha convalidato l’arresto: L.P. dovrà scontare altri 10 mesi di reclusione nel proprio domicilio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Coronavirus, l'ordinanza della Regione Abruzzo: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus, primo caso in Abruzzo: paziente positivo al primo test ricoverato a Teramo

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Coronavirus: sarà trasferito allo Spallanzani il primo paziente positivo in Abruzzo

Torna su
ChietiToday è in caricamento