In difficoltà durante un'escursione notturna sulla Majella, soccorsi quattro giovani

Uno di loro si è sentito male a metà percorso e sono dovuti intervenire i volontari del Soccorso alpino e speleologico Abruzzo per riportare il gruppo a valle

Si erano avventurati sulla Majella per un'escursione notturna, partita alle ore 18 di domenica dal rifugio Pomilio, in direzione Monte Amaro. Ma la gita è finita male per quattro escursionisti della provincia di Chieti, che sono stati soccorsi dai volontari del Soccorso alpino e speleologico Abruzzo.

Uno di loro, un giovane di 25 anni di Torrevecchia Teatina, all'altezza del monte Falcone ha iniziato a sentirsi male, con mal di testa, vomito e nausea. I compagni hanno lanciato l'allarme e, nonostante l'orario e la nebbia fitta, i volontari sono intervenuti prontamente per riportare il quartetto a valle. Il ragazzo che si era sentito male è stato portato in ospedale per accertamenti. 

Potrebbe interessarti

  • Come Angelina Jolie, anche alla Asl di Chieti si può fare il test genetico per i tumori al seno e all'ovaio

  • All'ospedale di Chieti nasce "Spazio mamma", per prevenire e curare la depressione in gravidanza

  • Sushi a Chieti: 6 locali da non perdere

  • Il Comune ritarda i rimborsi per i libri di testo, la protesta delle librerie ricade sulle famiglie

I più letti della settimana

  • Moto contro furgone lungo la Tiburtina: muore centauro teatino

  • Schianto mortale a Brecciarola, la vittima è un altro centauro

  • Inseguimento da film sull'Asse attrezzato, la polizia sperona l'auto rubata per bloccare i fuggitivi

  • Si è spento a 56 anni Gaetano Bellia: la camera ardente in azienda

  • Dramma a Fara San Martino, massi si staccano e colpiscono gruppo di escursionisti: donna in coma

  • Scontro fra auto e moto, ferito seriamente un motociclista

Torna su
ChietiToday è in caricamento