Doppie firme sulle liste elettorali, la procura di Chieti indaga su più di 50 casi

La commissione elettorale ha riscontrati diversi nominativi di cittadini che, volontariamente o a propria insaputa, avrebbero sottoscritto due liste fra le oltre 20 che hanno partecipato all'ultima tornata elettorale. Al momento nessuno è indagato

Sarebbero più di 50 i cittadini di Chieti che avrebbero firmato per due liste fra le oltre 20 che hanno partecipato alle ultime elezioni comunali. Doppie firme non consentite dalla legge, secondo cui ciascun elettore può firmare per consentire la partecipazione alla tornata elettorale di una sola.

Stando all’indiscrezione riportata dal quotidiano Il Centro, la commissione elettorale avrebbe segnalato i nominativi alla procura della Repubblica e il sostituto procuratore Giuseppe Falasca starebbe indagando sulla vicenda. Al momento, comunque, ancora nessuno dei 50 cittadini è indagato. Le doppie firme, infatti, potrebbero essere state riprodotte da terzi, senza che i diretti interessati ne sapessero nulla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

Torna su
ChietiToday è in caricamento