Chieti protagonista del dialogo interculturale con "Dialogue is freedom"

La campagna consiste nell'aver disseminato di adesivi con il messaggio "Dialogue is freedom", ovvero "Il dialogo è libertà" nelle città coinvolte del bacino Adriatico

La città di Chieti, insieme a undici fra i maggiori centri del bacino Adriatico, è protaognista del dialogo interculturale con la campagna Dialogue is freedom, sviluppata dall'associazione teatina Identities, nell'ambito di Balkan without hate, progetto finalizzato alla diffusione della cultura No hate e del dialogo interculturale nei Balcani e oltre, co-finanziato dalla Comunità Europea, tramite la Key Action 2 del programma Erasmus Plus. 

La campagna consiste nell'aver disseminato di adesivi con il messaggio "Dialogue is freedom", ovvero "Il dialogo è libertà" nelle città coinvolte: oltre a Chieti, Belgrado (Serbia), Bucarest (Romania), Chieti (Italia), Gyumri (Armenia), Larissa (Grecia), Mostar (Bosnia Herzegovina), Podgorica (Montenegro), Prishtina (Kosovo), Sofia (Bulgaria), Tirana (Albania) e Zagabria (Croazia).

L'obiettvo è quello di rafforzare le connessioni tra diversi attori della società civile e a ribadire la funzione imprescindibile del dialogo, nella costruzione dei rapporti umani. Identities invita chi voglia a sostenere la campagna utilizzando il logo come immagine del profilo sui propri profili social, o condividendo l'immagine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bere tanta acqua fa davvero bene? Tutti gli effetti benefici da conoscere

  • Scende dal mezzo in panne e viene investita da un'auto: morta una giovane

  • Ragazzo scompare da Orsogna, l’appello dei familiari

  • Chieti, Tentano furto ad azienda di carni: messi in fuga dal proprietario

  • Val di Sangro, operaio si sente male in fabbrica: muore a 44 anni Massimo Gollino

  • Finge di volerla aiutare a vendere l'auto ma è una scusa per estorcerle denaro: arrestato 39enne teatino

Torna su
ChietiToday è in caricamento