Carcasse di auto abbandonate tra boschi e campagne: una persona denunciata, multe per 27 mila euro

Nei primi 6 mesi dell'anno, sono stati ritrovati 18 scheletri di macchine non più funzionanti, in tutto il territorio della provincia di Chieti

È di una persona denunciata e multe per un totale di 27 mila euro il bilancio dei controlli dei carabinieri forestali mirati a contrastare l'abbandono incontrollato di auto fuori uso in aree boschive e rurali, pubbliche e private. 

Nei primi 6 mesi del 2020, i militari della stazioni di Gissi, Vasto e Lanciano, hanno individuato diversi mezzi non più funzionati abbandonati nelle campagne o nascosti tra la vegetazione. In tutto, sono state rinvenute 18 carcasse di veicoli con parti essenziali mancanti, di cui 8 nel territorio comunale di San Salvo, 4 a Palmoli, 2 a Fresagrandinaria, 2 a Tufillo, 1 a Miglianico, 1 a Lanciano.

I successivi accertamenti hanno consentito di rintracciare tutti i proprietari, uno dei quali è stato denunicato all'autorità giudiziaria per inottemperanza a precedente ordinanza sindacale che prevedeva la rimozione e lo smaltimento di una carcassa di autoveicolo e per gestione illecita di rifiuti speciali. 

La maggior parte dei proprietari è stata sanzionata ai sensi del decreto legislativo 209 del 2003 di attuazione della direttiva europea relativa ai veicoli fuori uso, che prevede il conferimento obbligatorio ad un centro di raccolta autorizzato. Gli altri, per i quali è stata accertata l’avvenuta radiazione dal Pra (Pubblico registro automobilistico), sono stati sanzionati per abbandono di rifiuti ai sensi del decreto legislativo n.152/2006 (testo unico ambientale).

Per tutti è scattato l’obbligo di rimozione e di avvio a smaltimento. Nei quattro casi in cui gli autoveicoli sono stati rinvenuti su suolo pubblico, si è proceduto, in collaborazione con l’amministrazione comunale interessata, all’immediata rimozione e conferimento ad un autodemolitore autorizzato, con spese a carico dei proprietari. 

I veicoli abbandonati determinano un elevato inquinamento ambientale per la presenza di  metalli, gomme, plastiche, pneumatici, batterie, vetri, grassi motore, olii esausti, carburanti e lubrificanti che, esposti nel tempo agli agenti atmosferici, si riversano nell’ambiente circostante, fuoriescono  e penetrano nel terreno.

Nel caso di veicoli fuori uso, i proprietari hanno l’obbligo di provvedere alla rottamazione conferendo il mezzo a un centro di raccolta autorizzato, direttamente o tramite soggetto autorizzato e alla cancellazione del veicolo dal Pra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte: muore un giovane di 22 anni, ferita una donna [FOTO]

  • Pestaggio fuori dal pub del centro: 23enne in ospedale con fratture al volto, caccia agli aggressori

  • Assegno familiare: tutti i requisiti per ottenerlo

  • Università post Covid, innamorata di Chieti si laurea alla D’Annunzio, gli amici: “Le abbiamo donato la presentosa”

  • Coronavirus: cinque nuovi casi oggi in Abruzzo, nessuno in provincia di Chieti, ma si registra un decesso

  • Molestia sessuale a una minorenne con la scusa di chiedere indicazioni stradali: denunciato un 61enne

Torna su
ChietiToday è in caricamento