L'Abruzzo intero è in lutto per la morte di Simona Petaccia: i messaggi di cordoglio

In tantissimi fra colleghi giornalisti, amici, rappresentanti delle istituzioni che l'avevano conosciuta grazie al suo impegno professionale, la ricordano con stima e affetto

Cordoglio unanime, in città, per la scomparsa improvvisa della giornalista Simona Petaccia, morta nella notte all'ospedale clinicizzato di Chieti, dove era ricoverata nel reparto di Chirurgia toracica. I funerali saranno celebrati domani, alle ore 16, nella chiesa della Trinità. 

In una nota, la ricorda il sindacato giornalisti abruzzesi 

Donna forte e determinata, battagliera, è sempre stata in prima linea nella difesa dei diritti delle persone con diversa abilità.

Collaboratrice di testate giornalistiche e negli uffici stampa, è stata la presidente dell'associazione Diritti Diretti onlus. Per il suo impegno aveva ricevuto numerosi premi, tra i quali quello conferitole lo scorso anno dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, destinato a giornalisti e comunicatori “che superano le barriere”.

Il Sindacato giornalisti abruzzesi è vicino alla famiglia di Simona, a cui si stringe con affetto. Perdiamo una collega brava e preziosa, di cui conserveremo sempre un affettuoso ricordo. 

In tantissimi fra colleghi giornalisti, amici, rappresentanti delle istituzioni che l'avevano conosciuta grazie al suo impegno professionale, hanno condiviso sui social ricordi, fotografie, pensieri dedicati alla memoria di Simona Petaccia. Impegnatissima nel suo lavoro anche fuori regione, amava la sua città, dove era frequentissimo vederla in giro per il centro storico. 

La consigliera comunale del Comune di Pescara Marinella Sclocco, già assessora regionale alle Politiche sociali, che la ricorda così: 

Ci siamo scritte, incontrare, telefonate decine di volte. Il tuo sorriso arrivava prima di ogni altra perplessità, dubbio, domanda. 
Una donna bella, ironica, profondamente intelligente e disponibile come poche. Stamattina la notizia della tua scomparsa mi ha colpito profondamente. Ci mancherai, mancherà il tuo esempio, la tua generosa disponibilità, mancherà la tua sagacia.

Cara Simmy, hai lavorato come pochi riescono a fare, con il positivo, resiliente davvero, costruendo legami e ponti, facendoci entrare tutti nel tuo mondo fatto di forza di volontà, di studio con lo sguardo rivolto al futuro.  Sei stata per me un esempio di forza. La tua disabilità spariva davanti alla tua tenacia, alla tua voglia di fare, di incontrare, per questo hai girato l’Italia senza fermarti mai. Ci hai messo tutti di fronte ad una verità che spesso dimentichiamo presi da mille cose, spesso anche mille cose stupide: la vita è meravigliosa e va vissuta con gioia, nonostante tutto. Quel “nonostante tutto”che tu in maniera impressionante facevi sparire. 
Grazie Simona. Ti voglio bene. 

L'assessore del Comune di Chieti Mario Colantonio, in un post su Facebook, le ha dedicato un pensiero: 

Purtroppo è venuta a mancare una grande amica una dimostrazione di coraggio e di forza pura,un esempio unico ed irripetibile per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerla.Grazie Simona

Scrive il consigliere comunale Alessandro Marzoli:

Con il tuo sorriso e le tua energie hai sempre conquistato il cuore. Stima, amicizia e rispetto per una donna dalla mente aperta, dalla profonda sensibilità e dalla visione del mondo che solo i coraggiosi possono avere..una guerriera che Chieti non dimenticherà. Ciao grande Simona!

L'ordine dei giornalisti d'Abruzzo la ricorda così: 

Giornalista di grande sensibilità e competenza professionali, Simona ha ricoperto importanti ruoli regionali e nazionali nel mondo della comunicazione. Di recente aveva partecipato come relatrice al Meet Lucca Tourism. Presidente della onlus Diritti Diretti così si presentava sul sito personale: " Il mio lavoro consiste nel far comprendere che progettazione universale significa qualità e sviluppo socio-economico per la comunità e l'imprenditoria, non solidarietà verso i disabili o semplicemente un obbligo di legge. Attraverso la mia attività, accelero quindi il processo che conduce verso città accoglienti per i cittadini che le abitano e per i turisti che le visitano, indipendentemente da età, condizioni di salute, particolari scelte, allergie o intolleranze alimentari". L'Ordine dei giornalisti d'Abruzzo esprime il suo cordoglio per la scomparsa della collega e formula vive condoglianze ai famigliari. I funerali si terranno domani, 25 agosto, alle 15,30, nella chiesa della SS. Trinità, in Piazza Trento e Trieste, di Chieti.

Il sindaco di Fossacesia ed ex presidente della Provincia dice in una nota: 

Con dolore ho appreso oggi la notizia della scomparsa di Simona Petaccia, che non era solo per me una collega giornalista, ma una persona speciale. Nella mia esperienza di Presidente della Provincia di Chieti ho condiviso con Simona iniziative legate alle sue attività con la onlus Diritti Diretti e l’ho ammirata e stimata per la sua determinazione e il coraggio che metteva nelle sue battaglie per superare quelle barriere, soprattutto culturali, che purtroppo rappresentano ancora oggi un grande limite. Simona lottava e non si poteva rimanere insensibili al suo coraggio, alla forza che quotidianamente imprimeva alle sue giuste iniziative. Abbiamo perso una brava giornalista, ma anche una donna come poche. Ciao Simona, grazie davvero per la tua generosa sensibilità e per quello che ci hai insegnato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta in curva: arrivano i vigili del fuoco per estrarre il conducente dalle lamiere

  • Alcol e droga, strage di patenti: la Polstrada ne ritira 8 in una notte

  • La Nottata lancianese e la notte bianca dello Scalo: il programma del weekend

  • Piante di marijuana alte due metri lungo il fiume Pescara: arrestati padre e figlio

  • Lanciano, aggredito da sei coetanei. Il papà: "Rischia di perdere un occhio"

  • Francavilla al Mare, cane salva padrona dalla furia dell’ex: ora cerca casa

Torna su
ChietiToday è in caricamento