Caos Autostrada A14, Marsilio: “Servono provvedimenti immediati”

Il Governatore ha commentato la nota del Mit sul tratto abruzzese sottoposto a riduzioni di carreggiata per il sequestro di viadotti

“Ringrazio il ministro De Micheli per aver dato risposta alle mie lettere con cui chiedevo provvedimenti immediati per migliorare il traffico lungo la dorsale adriatica abruzzese, in primis lungo l’autostrada A14 con le conseguenti ripercussioni sulla viabilità ordinaria a cominciare dalla Statale 16. Sicuramente avrei preferito ricevere una risposta operativa più immediata”. È il commento del presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, in merito alla nota del Mit sulla vicenda dell'autostrada A14, dove il tratto abruzzese è sottoposto a riduzioni di carreggiata per il sequestro di viadotti, causando anche disagi alla circolazione stradale sulla viabilità ordinaria.

“Da settimane si susseguono riunioni e ogni volta che si fanno queste riunioni abbiamo sperato che si trattasse di quella decisiva. Dal Ministro abbiamo invece appreso che comunque dovremo attendere, come minimo, lunedì prossimo, sottoponendo l’Abruzzo, gli abruzzesi e tutti coloro che percorrono le strade della nostra regione a un ulteriore week end di passione - osserva il presidente Marsilio -. La speranza, logicamente, è che lunedì si riesca a chiudere la questione viabilità o almeno la vicenda del viadotto del Cerrano, per poter riaprire al traffico pesante anche quel viadotto, in modo che così si alleggerisca il traffico sulla statale, e poi dare seguito agli impegni che sia il ministero, sia Autostrade per l'Italia stanno assumendo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità abruzzese: si è spenta la dottoressa Mariangela Bellisario

  • Un abruzzese nell'inferno di Wuahn in quarantena per il virus cinese

  • L'infermiere era costretto a mansioni da Oss: condannata l'azienda sanitaria

  • Coronavirus: la circolare del Ministero della Salute per non contrarre il virus cinese

  • In tribunale con gli screenshots delle conversazioni della moglie per provare il tradimento ma viene denunciato

  • Chiesa, cambia il 'Padre nostro', monsignor Forte: "Nuova versione sarà ufficiale dopo Pasqua"

Torna su
ChietiToday è in caricamento