Celenza sul Trigno, terre e rocce da scavo scaricati abusivamente: 5 denunce

Circa 635 metri cubi di terre e rocce da scavo, equivalenti al carico di 60 camion, venivano prelevate dal sito di sbancamento per essere abusivamente scaricate in tre siti di destinazione, tutti sequestrati

Il Corpo Forestale dello Stato ha scoperto una illecita gestione di rifiuti speciali costituiti da terre e rocce da scavo a Celenza sul Trigno

Circa 635 metri cubi di terre e rocce da scavo, equivalenti al carico di 60 camion, venivano prelevate dal sito di sbancamento nell’area urbana di Celenza sul Trigno, per essere abusivamente scaricate in tre distinti siti di destinazione all’interno del territorio del medesimo Comune. I tre terreni sono stati sequestrati mentre gli agenti del Comando di Gissi hanno individuato i cinque responsabili - il titolare della ditta esecutrice, il proprietario del sito di sbancamento e i tre proprietari e/o possessori dei siti di destinazione dei materiali da scavo - che sono stati denunciati  all’Autorità Giudiziaria.

Gli accertamenti sono scattati dopo una segnalazione al numero di emergenza ambientale 1515: il personale di Gissi ha verificato il mancato rispetto dei criteri previsti in tema di riutilizzo delle terre e rocce da scavo: il materiale non è stato preliminarmente sottoposto a caratterizzazione e non è stata presentata dalla ditta produttrice alla competente A.R.T.A. la necessaria dichiarazione relativa al sito di destinazione dei materiali.
I tre siti di smaltimento sono stati sottoposti a sequestro preventivo, convalidato dal gip del Tribunale di Vasto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • Vasto e Chieti piangono la scomparsa del professor Domenico Rossi, morto a 50 anni per un malore

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Estate 2020: in spiaggia con la mascherina, sotto l'ombrellone a 1 metro di distanza. Come si andrà al mare

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • Oggi sposi, nonostante il Coronavirus: Jessica e Francesco si sono sposati a Chieti in attesa dei loro gemellini

Torna su
ChietiToday è in caricamento