Vigili del fuoco in festa per Santa Barbara con i bambini delle scuole

Prima la cerimonia di omaggio ai caduti seguita dalla messa. Poi la simulazione di un soccorso durante un incendio in appartamento, che ha lasciato a bocca aperta 150 bambini delle scuole di Chieti e Miglianico. Parole di apprezzamento ai suoi uomini dal comandante Albanese

Festa grande, questa mattina (venerdì 4 dicembre), nel comando provinciale dei vigili del fuoco di Chieti, per la ricorrenza della patrona del corpo, Santa Barbara, celebrata contemporaneamente in tutta Italia. Un'occasione per celebrare l'instancabile e preziossimo lavoro dei vigili del fuoco e per tracciare il bilancio sulle attività del comando chietino. Prima, nel piazzale della caserma di via Masci, il comandante Antonio Albanese ha passato in rassegna i reparti operativi e i mezzi in uso, poi ha deposto una corona di allora al monumento ai caduti. Oltre alle massime autorità civili e militari, alla cerimonia e alla messa in onore di Santa Barbara hanno partecipato 150 bambini, delle scuole primarie Madonna del Freddo e Cesarii di Chieti, dell'istituto comprensivo di Miglianico, della casa d'accoglienza Capanna di Betlemme. Alcuni di loro hanno dedicato una poesia ai vigili. I più piccoli sono rimasti a bocca aperta nel vedere i vigli all'opera, durante una simulazione dimostrativa effettuata nel "castello" sul retro della caserma. I vigili hanno inscenato un soccorso durante un incendio in appartamento, lasciando a bocca aperta tutti i presenti. 

Ma la festa di Santa Barbara è stata anche il momento di un bilancio, del tutto positivo, nonostante le frequenti mancanze di risorse adeguate dallo Stato centrale, dei vigili in servizio nel comando di Chieti e nei distaccamenti di Lanciano, Vasto, Ortona, Casoli e di quello volontario di Gissi. Parole di apprezzamento per i suoi uomini sono arrivati dal comandante provinciale Albanese, che ha sottolineato la "solidarietà, l'aggregazione e lo spirito di sacrificio che caratterizzato l'alta professionalità" dei vigili del fuoco di Chieti e provincia. Inoltre, ha letto alcune righe, dedicate da un cittadino di Chieti ai vigili del fuoco intervenuti nel suo palzzo per una fuga di gas: parole di stima, gratitudine e riconoscenza.

E il lavoro instancabile dei vigili del fuoco è testimoniato anche dai dati. Dall'inizio dell'anno fino a ieri (giovedì 3 dicembre) nei cinque distaccamenti del chietino, sono stati effettuati 5.382 interventi di soccorso tecnico urgente, fra cui 1.002 volte per incendio, 191 per incidenti stradali, 215 per dissesti statici, 111 per recupero beni, 167 per danni d'acqua, 202 per soccorsi a persone, 3.494 per interventi di altra natura. Ma i vigili del fuoco non sono solo gli operatori coraggiosi e instancabili che si prodigano per gli altri. La loro professionalità, infatti, ha permesso al comando provinciale di portare a termine anche una fitta formazione antincendio e una vigilanza antincendio, 154 servizi in 11 mesi, con 642 operatori impi0egati e un introito di quasi 52mila euro. Sono stati 15 gli incontri con le scuole e con i cittadini per progetti di diffusione della cultura della sicurezza.

La cerimonia di questa mattina è stata anche l'occasione per consegnare onorificenze per anni di servizio. In particolare la Croce di anzianità è andata a Emiliano Saraullo e al vigile volontario Luca Di Pietro, che operano da oltre 15 anni. Il diploma di lodevole servizio ai vigili in pensione Luigi Panaccio e Domenico Ferrante.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Sequestro dei macchinari dopo l'incidente mortale sul lavoro, blocco forzato alla Sevel

Torna su
ChietiToday è in caricamento