Carcere di Chieti, detenuto prima tenta il suicidio e poi prova a evadere

Nella casa circondariale di Madonna del Freddo un 40enne venerdì scorso è stato fermato dagli agenti di polizia penitenziaria

Nella casa circondariale di Madonna del Freddo a Chieti, venerdì notte, un detenuto abruzzese 40enne ha cercato di suicidarsi legandosi una corda rudimentale al collo: prontamente salvato dagli agenti in servizio è stato condotto in emergenza al pronto soccorso di Chieti per le cure del caso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A riferirlo è il segretario generale regionale UIL-PA Polizia Penitenziaria Abruzzo Ruggiero Di Giovanni, che aggiunge altri dettagli sulla situazione d’emergenza del penitenziario: “Durante la mattina, mentre il detenuto era ancora piantonato in una stanzetta del pronto soccorso, ha aggredito la Polizia Penitenziaria presente in quello che evidentemente dovrà essere classificato come tentativo di evasione, i poliziotti sono riusciti ad evitare il peggio ed il personale sanitario è dovuto intervenire con dei farmaci per calmare il paziente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Prorogate tutte le zone rosse: non si può entrare e uscire fino al 13 aprile

  • Coronavirus, in Abruzzo sono morte altre 10 persone

  • Coronavirus in Abruzzo, Marsilio: "Un pizzico di speranza dai dati dei nuovi contagi"

  • Esce ubriaco nonostante il divieto e si schianta contro una centralina dell'Enel: arrestato

  • È scomparso ad Arielli il "poeta agricoltore" Tommaso Stella

Torna su
ChietiToday è in caricamento