Cantiere all'ex Berardi: tutte le modifiche alla viabilità

Sopralluogo tecnico per predisporre il traffico e la viabilità nell’area del cantiere in vista dei lavori

Promette il minor disagio possibile nell’area di via Ferri l’assessore alla Viabilità Mario Colantonio che questa mattina ha effettuato un sopralluogo tecnico con la comandante della Polizia Municipale, Donatella Di Giovanni, nell’area del cantiere per il recupero e la riqualificazione della ex caserma Berardi, progetto pilota in Italia di Cittadella della Pubblica Amministrazione.

“Poiché verranno effettuate consistenti demolizioni edilizie all'interno della ex caserma, con conseguente trasporto di materiali di risulta e sarà costante il transito di mezzi pesanti per l’approvvigionamento dei materiali d’opera – spiega l’assessore Colantonio - successivamente alla riunione programmata per lunedì 11 febbraio con il Provveditorato Generale alle Opere Pubbliche, stazione appaltante dei lavori, verrà disposta una ordinanza che disciplinerà il traffico in entrata e in uscita dal cantiere per tutta la durata degli interventi”. 

Le indicazioni che l’amministrazione comunale proporrà per il transito dei mezzi e dei fornitori che opereranno nel cantiere saranno le seguenti: accesso all’ex caserma Berardi solo da piazzale Sant’Anna; transito obbligato solo su via Ferri e vietato su via D’Aragona e strade limitrofe alla Chiesa del Sacro Cuore, vista l’alta residenzialità della zona e la massiccia presenza di studenti, docenti e operatori in servizio all’Istituto Tecnico “Luigi di Savoia”; parcheggio limitato a via Ferri incrocio con via Pantaleone Rapino, oltre il quale dovrà tassativamente essere rispettato il divieto di sosta su ambo i lati della carreggiata causa restringimento del tratto viario; obbligo di svolta a destra, lungo via E. Ianni, per i mezzi in uscita su piazzale Sant’Anna al fine di evitare ingorghi nel centro cittadino.  

“Con la realizzazione della Cittadella della Pubblica Amministrazione – commenta il sindaco Umberto Di Primio l’economia cittadina tornerà a rinvigorirsi dopo la chiusura dell’ex caserma, sede del 123° Reggimento fanteria. Grazie all’operazione pilota nazionale del Federal Building, di cui Chieti è protagonista assoluta e ai progetti riguardanti lo Sviluppo Urbano Sostenibile, l’intera area del quartiere Sant’Anna rivedrà una sostanziale riqualificazione cambiando in meglio il volto della stessa città di Chieti”.  

L’accordo di programma per il recupero della ex caserma è stato sottoscritto nel 2015 dal sindaco Di Primio e dal direttore dell’Agenzia del Demanio Abruzzo e Molise, Edoardo Maggini.

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Voglia notturna di cornetto? Ecco le cornetterie aperte a Chieti

  • Ragno violino: cosa fare in caso di attacco

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • È morta Nadia Toffa, amica di Chieti e dell'Abruzzo

  • Più di 20 mila posti di lavoro in Abruzzo: per un terzo si cercano figure introvabili

  • L'auto si sfrena e rischia di travolgere i visitatori del mercatino, ma una giovane coraggio la blocca

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

Torna su
ChietiToday è in caricamento