Befana del Vigile con il logo di Megalò, i negozianti: "Schiaffo al commercio teatino"

Scoppia la polemica per la sponsorizzazione del centro commerciale all'evento organizzato dalla polizia municipale e dall'Anvup

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

"Una umiliazione per il commercio della città di Chieti". L'accusa arriva da Marina De Marco, presidente della Confesercenti di Chieti, relativamente alla collaborazione con il Centro commerciale Megalò per l'organizzazione della Befana del Vigile. "L'ultimo strappo tra l'amministrazione comunale ed il tessuto commerciale cittadino si è perpetrato durante la tradizionale manifestazione della Befana del Vigile, sabato 5 gennaio nell' auditorium Supercinema di Chieti. Nel corso della serata, organizzata come ogni anno dalla locale Polizia Municipale - spiega infatti la presidente di Confesercenti - sono state consegnate ai bambini presenti le calze della Befana, che riportavano ben in evidenza il logo del Megalò, segno che il Centro commerciale che ha piu inciso nella desertificazione dell' economia cittadina, ha contribuito ampiamente alla manifestazione. Nel corso degli anni i commercianti individualmente hanno, ciascuno in base alle proprie possibilità, partecipato alla riuscita della manifestazione, acquistando i biglietti della tradizionale lotteria. Il nome dello sponsor così evidenziato ha ulteriormente umiliato e sfiduciato i commercianti di Chieti. Sarebbe inoltre interessante sapere in quali termini sia avvenuta questa sponsorizzazione". 

Torna su
ChietiToday è in caricamento