Dalla Campania a Chieti per rubare nelle auto in sosta: arrestate sette persone

La banda è stata sgominata dai carabinieri di Jesi, che ha scoperto come operavano. I ladri partivano da Napoli per agire in tutta Italia

Immagine di repertorio

Una banda ben organizzata e radicata in tutta la Penisola, per mettere a segno furti sulle auto in sosta, specialmente a danno di anziani o donne. Sette persone, tutte originarie del napoletano, sono state arrestate dai carabinieri della compagnia di Jesi (Ancona), su disposizione della procura della Repubblica di Ancona, perché ritenute responsabili di furti aggravati, uso indebito di carte di pagamento e danneggiamento.

Nelle sue scorribande, il gruppo criminale ha colpito a Chieti, ma anche a Pescara e L'Aquila e, fuori Abruzzo, ad Ancona, Macerata, Roma, Viterbo, Latina, Frosinone, Napoli, Caserta, Salerno, Benevento, Avellino, Perugia, Terni, Catania, Firenze, Grosseto, Bologna e Parma.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, i malviventi usavano sempre lo stesso trucco: foravano uno pneumatico dell'auto presa di mira e poi la assaltavano una volta che questa veniva parcheggiata, rubando tutto ciò che trovavano nell'abitacolo. 

Ulteriori dettagli verranno forniti nel corso di una conferenza stampa, nel comando provinciale dei carabinieri di Ancona. 

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Voglia notturna di cornetto? Ecco le cornetterie aperte a Chieti

  • Ragno violino: cosa fare in caso di attacco

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • È morta Nadia Toffa, amica di Chieti e dell'Abruzzo

  • L'auto si sfrena e rischia di travolgere i visitatori del mercatino, ma una giovane coraggio la blocca

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

  • Più di 20 mila posti di lavoro in Abruzzo: per un terzo si cercano figure introvabili

Torna su
ChietiToday è in caricamento