Scoperto autolavaggio senza autorizzazioni: scatta il sequestro

La guardia costiera vastese ha posto sotto sequestro parte dell’impianto connesso con lo scarico delle acque reflue, multato il gestore

Un autolavaggio privo della documentazione autorizzativa prevista è stato sequestrato ieri a San Salvo dal personale del Nucleo Operativo Protezione Ambientale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vasto.

Nell’ambito di controlli volti alla tutela ambientale, la guardia costiera si è concentrata sul trattamento dei rifiuti e delle acque reflue prodotte dall’attività commerciale.

I militari di Circomare Vasto hanno quindi proceduto al sequestro di parte dell’impianto connesso con lo scarico delle acque reflue. Il gestore è stato segnalato all’autorità giudiziaria, allo stesso sono state contestate sanzioni amministrative per un importo fino a 6.200 euro.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, l'ordinanza della Regione Abruzzo: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus, primo caso in Abruzzo: paziente positivo al primo test ricoverato a Teramo

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

Torna su
ChietiToday è in caricamento