Stangata sulle associazioni sportive: aumentano le tariffe di Palatricalle e stadio Angelini

Approvati dalla giunta comunale i rincari fino al 20% per allenamenti, partite, gare e altre manifestazioni

Dopo gli aumenti sulle tariffe della tassa rifiuti, che saranno discussi in consiglio comunale lunedì mattina dopo che quello di ieri è saltato, nel 2019 i rincari, fino al 20 per cento, colpiscono anche quelle per l'uso degli impianti sportivi cittadini, non solo per le società sportive, ma anche per i singoli, per quanto riguarda le tariffe intere e ridotte. Le tariffe sono state approvate la scorsa settimana dalla giunta comunale.

Ad esempio, per quanto riguarda lo stadio Angelini, fino al 31 dicembre 2018, un'ora di allenamento nell'impianto prevedeva un costo di 60 euro, mentre quest'anno sale a 90. Giocare una partita senza l'accensione dell'impianto di illuminazione passa da 450 a 700 euro (ridotta da 60 a 90 euro), mentre per gli incontri in notturna la tariffa arriva addirittura a 850 euro, contro i 550 euro dell'anno passato (ridotta da 120 a 180 euro). Le tariffe ridotte, che prevedono notevoli sconti, vengono applicate nel momento in cui la società sportiva si accolla le spese di custodia, manutenzione ordinaria e pulizia dell'impianto. 

Per quanto riguarda la pista di atletica, l'allenamento individuale sale da 5 a 7 euro, mentre le società, che prima pagavano 18 euro, ora dovranno saldarne 27 (tariffa ridotta da 12 a 18 euro). Organizzare una competizione, invece, ha un costo di 90 euro (60 nel 2018), mentre per le gare in notturna, con l'accensione dell'impianto di illuminazione si passa da 150 a 180 euro. 

Per quanto riguarda gli aumenti delle tariffe, non è da meno il Palatricalle. Un'ora di allenamento sul campo principale nel 2018 costava 100 euro, mentre ora si sale a 150 per gli adulti (tariffa ridotta da 24 a 36), da 50 a 75 euro per gli under 18 (ridotta da 12 a 18), stesso rincaro per l'uso delle palestre. I costi salgono notevolmente per le partite: nel caso dei minorenni si passa da 180 a 270 euro (da 45 a 65 tariffa ridotta), mentre per gli adulti giocare sul campo principale costa 600 euro, contro i 400 dell'anno passato (tariffa ridotta da 100 a 150). 

Organizzare un saggio o una manifestazione sportiva nel palazzetto intitolato a Leombroni, invece, costava 400 euro un anno fa: oggi ce ne vogliono 600. Per qualunque altro tipo di manifestazione, la tariffa arriva a 2.500 euro. 

Sale anche il costo per l'uso del bar: da 45 a 65 euro. 

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Francavilla al Mare

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

  • Piante grasse: le migliori da avere in casa

I più letti della settimana

  • Se n'è andata la giornalista Simona Petaccia, presidente di Diritti Diretti

  • San Vito Chietino, identificato l’uomo trovato morto

  • Un altro grave lutto piomba sulla città: addio a Sandro Deriard, storico volto de La Panoramica

  • La cantante Emma Marrone sceglie l’Abruzzo, weekend a Mammarosa: “Qui mi sento a casa”

  • Cadavere di un uomo fra la vegetazione: è giallo a San Vito Chietino

  • Atessa, donna trovata morta nel bagno di casa in una pozza di sangue

Torna su
ChietiToday è in caricamento