homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Errori prenotazioni Cup: Zavattaro smentisce

In replica all'ultima denuncia da parte del Tribunale per i diritti del malato, la Asl teatina spiega che le differenze di attesa tra i vari presidi non sono riconducibili a un cattivo funzionamento del sistema in uso presso il Cup

La Asl Lanciano Vasto Chieti si difende dalle ultime accuse del Tribunale per i diritti del malato su presunti errori commessi nelle prenotazioni dal Cup. Secondo la Direzione, la procedura seguita è comune a tutte le Aziende e regolamentata da linee guida regionali.

"Non c’è alcun viaggio virtuale a Vasto, né altrove. E non si tratta nemmeno di un éscamotage architettato per aggirare le liste d’attesa - spiega l'Azienda in un comunicato - all’atto della prenotazione, c’è l’obbligo di offrire all’utente il miglior tempo aziendale, vale a dire la data più vicina per erogare la prestazione richiesta in una delle strutture della Asl. Resta salva, però, la facoltà da parte del paziente di rifiutare l’offerta e richiedere espressamente di recarsi in un altro ospedale, accettandone anche i tempi".

Le disponibilità dei posti, essendo diverse tra i vari presidi, generano di conseguenza tempi di attesa differenti, tempi che però secondo l'Azienda non sarebbero da ricondurre a un cattivo funzionamento del sistema in uso presso il Cup.

"E’ singolare trovarsi sott’accusa per il semplice fatto di seguire procedure che valgono per tutte le Asl – sottolinea il Direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti Francesco Zavattaro - In alcune realtà il sistema di preonotazione è unico a livello regionale, per cui il miglior tempo può essere riferito anche a un ospedale che si trova a 200 chilometri di distanza dal luogo di residenza del paziente. Nel nostro caso, invece, le disponibilità di date sono circoscritte al territorio della provincia di Chieti, e non credo che i cittadini possano risentirsene se viene data loro la possibilità di effettuare una prestazione in tempi rapidi ma magari in una struttura un po’ più lontano dalla propria città".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Vogliono tutti curarsi e fare analisi in ospedale a Chieti !!!! si lamentano delle code e dei tempi lunghi ma nessuno vuole andare a Vasto,Lanciano,Ortona e Guardiagrele !!!! allora chiudiamoli oppure vigiliamo per scoprire quante analisi e terapie si fanno per " passare il tempo " P:S. Chi sta male ed eè preoccupato fa ache kilometri !!!!!! Finiamola di lamentarci che poi ci ritroviamo come Don Falicucci """"""

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tragedia del mare a Vasto: un morto e un disperso, tre persone tratte in salvo

  • Cronaca

    Terremoto: nessun danno a Chieti, sotto controllo Barbella e Itis

  • Cronaca

    Terremoto nel centro Italia, si mobilita la solidarietà d'Abruzzo

  • Cronaca

    Obiettivo 2019: Chieti cerca fondi ministeriali per i progetti di riqualificazione

I più letti della settimana

  • Terremoto nel centro Italia, paura anche a Chieti

  • Schianto sull'asse attrezzato, muore ex consigliere comunale

  • Terremoto, nuova forte scossa avvertita poco prima delle 14

  • Francavilla: la Lira manda in tilt i parchimetri

  • Francavilla: una bolognese vince miss Trans, con il sindaco in giuria

  • Terremoto, sul Gran Sasso controlli alla parete del Corno Piccolo

Torna su
ChietiToday è in caricamento