"Hai visto cosa ho combinato a Roma?" Fermato a Chieti studente di Psicologia

Si tratta del 23enne campano Leonardo Vecchiolla. Sarebbe uno dei responsabili dell'assalto al blindato dei carabinieri a Piazza San Giovanni. Fatale la telefonata con un pusher

E' stato fermato a Chieti, dove studia Psicologia, Leonardo vecchiolla, il 23enne che sabato scorso a Roma si è reso protagonista dell'azione che ha portato all'incendio del blindato dei carabinieri. Questo stando all'accusa che ha spinto per il fermo del giovane.

Il 23enne beneventano si stava preparando a partire per la Val di Susa. Stava infatti salendo in macchina alla volta del Piemonte, quando i carabinieri del capoluogo abruzzese, che con i colleghi campani hanno collaborato insieme al Ros di Roma, l'hanno preso. Il giovane ha avuto un gesto di stizza ed ha inveito contro loro.

Pesanti le ipotesi di reato formulate nei suoi confronti dalla procura di Roma: tentato omicidio, devastazione e danneggiamento.

Vecchiolla, come detto, sarebbe uno dei protagonisti dell'assalto al blindato dei carabinieri. Un attacco a colpi di sassi, bombe molotov ed altri oggetti contundenti, culminato nel ferimento del conducente e nell'incendio del mezzo sul quale, poco prima, era stata apposta la scritta, con vernice spray, 'Acab' (All cops are Bastards) acronimo coniato negli anni novanta dalle tifoserie violente inglesi per sintetizzare il loro disprezzo nei confronti delle forze dell'ordine.

E' stata la telefonata con un pusher di Chieti, quest'ultimo intercettato dai carabinieri, a mettere nei guai Vecchiolla. "Hai visto cosa ho combinato a Roma?", ha detto all'interlocutore. Da qui gli accertamenti ed i riscontri attraverso l'esame di filmati e foto dei disordini. Sarà ora la procura di Chieti a sollecitare la convalida della misura restrittiva domani, lunedì 24 ottobre, il gip Paolo Di Geronimo deciderà se il giovane campano dovrà restare o meno in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Da Francavilla ad "Avanti un altro", Al Di Berardino conquista Bonolis: "Per me ha già vinto!"

Torna su
ChietiToday è in caricamento