Laboratorio della droga in casa: arrestati padre e figlio, denunciato il secondogenito

Per qualche tempo sono stati tenuti sotto controllo dai carabinieri, che alla fine li hanno arrestati

Nella loro casa di Francavilla al Mare avevano allestito un laboratorio di confezionamento della droga. Ma un uomo e due figli sono stati scoperti dai carabinieri, che li tenevano sotto controllo da qualche tempo e, grazie agli appostamenti, sono riusciti a capire come mai in quell'abitazione ci fosse un via vai di giovani. 

Così, in manette sono finiti un uomo di 48 anni e il figlio di 22, entrambi scoperti in flagranza di reato e accusati di detenzione e spaccio di stupefacenti. Un altro figlio è stato denunciato, mentre il giovane ha ottenuto i domiciliari. Il capofamiglia dovrà rispondere anche di minaccia a pubblico ufficiale. 

In casa, i militari hanno scoperto diverse dosi di cocaina già tagliate e pronte per la vendita, hashish, un bilancino di precisione e una sostanza per raddoppiare di volume la cocaina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Coronavirus, l'ordinanza della Regione Abruzzo: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

Torna su
ChietiToday è in caricamento