Sorpresi a rubare attrezzi e ferro in un capannone, arrestati due giovanissimi

In manette due romeni di 18 e 19 anni, condannati per direttissima a 4 mesi. Pena sospesa per la giovane età e perché incensurati

Avevano commesso diversi furti in capannoni e rimesse agricole nel chietino e i carabinieri erano sulle loro tracce da settimane. Finché non li hanno colti in flagrante a Pollutri, all'interno del capannone di un 71enne di Scerni, di cui avevano forzato la porta d'ingresso. Due giovani di nazionalità romena di 18 e 19 anni, incensurati, sono stati arrestati dai militari della stazione di Torino di Sangro, mentre cercavano di portare via attrezzi e materiale ferroso. 

La refurtiva è stata restituita al proprietario, mentre i due sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza della compagnia carabinieri di Ortona, su disposizione del magistrato di turno nella procura di Vasto. Ieri mattina il processo per direttissima ha inflitto ai giovani quattro mesi di reclusione, pena sospesa per la giovane età e la mancanza di precedenti specifici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale: salvata da un infermiere

  • Sentenza storica per gli ex militari transitati all'impiego civile: accolta la tesi del legale teatino Pierluigi Abrugiati

  • Un abruzzese nell'inferno di Wuahn in quarantena per il virus cinese

  • Lutto nella sanità abruzzese: si è spenta la dottoressa Mariangela Bellisario

  • Trova i ladri in camera da letto mentre gioca alla Play: paura in casa a Vasto Marina

  • In tribunale con gli screenshots delle conversazioni della moglie per provare il tradimento ma viene denunciato

Torna su
ChietiToday è in caricamento