Sorpresi a rubare attrezzi e ferro in un capannone, arrestati due giovanissimi

In manette due romeni di 18 e 19 anni, condannati per direttissima a 4 mesi. Pena sospesa per la giovane età e perché incensurati

Avevano commesso diversi furti in capannoni e rimesse agricole nel chietino e i carabinieri erano sulle loro tracce da settimane. Finché non li hanno colti in flagrante a Pollutri, all'interno del capannone di un 71enne di Scerni, di cui avevano forzato la porta d'ingresso. Due giovani di nazionalità romena di 18 e 19 anni, incensurati, sono stati arrestati dai militari della stazione di Torino di Sangro, mentre cercavano di portare via attrezzi e materiale ferroso. 

La refurtiva è stata restituita al proprietario, mentre i due sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza della compagnia carabinieri di Ortona, su disposizione del magistrato di turno nella procura di Vasto. Ieri mattina il processo per direttissima ha inflitto ai giovani quattro mesi di reclusione, pena sospesa per la giovane età e la mancanza di precedenti specifici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in bilico sullo strapiombo, tragedia sfiorata in via della Liberazione

  • Il principe Alberto di Monaco in visita privata alle tenute Masciarelli

  • Mercatini natalizi a Chieti, per respirare la magica atmosfera delle feste

  • Fuggono all'alt della polizia, folle inseguimento in centro sul motorino rubato

  • Natale 2019: tra giochi di luce e un'atmosfera da sogno si è riaccesa la villa di Lido Riccio

  • Esplosivo nascosto nelle campagne: sgominata la "banda della marmotta", pronta a far saltare in aria un altro bancomat

Torna su
ChietiToday è in caricamento