Due uomini arrestati per droga, si cercano collegamenti con la malavita napoletana

In manette genero e suocero, quest'ultimo evaso dai domiciliari per andare a confezionare le dosi di stupefacente

Ciro Iengo, 22 anni, e il suocero Federico Irollo, 42, entrambi della provincia di Napoli e già noti alle forze dell'ordine, sono stati arrestati per detenzione e spaccio di droga dagli agenti dell'anticrimine del Commissariato di Lanciano. I due erano in un appartamento di Santa Maria Imbaro, dove gli agenti, coordinati dal dirigente Lucia D'Agostino, hanno scoperto un vero e proprio laboratorio perfettamente attrezzato, dove gli uomini stavano confezionando 100 grammi di cocaina di ottima qualità. 

I due, che non hanno opposto resistenza, sono stati rinchiusi nel carcere di Lanciano. Secondo quanto spiegato dalla dirigente D'Agostino, gli investigatori stanno cercando di verificare se l'attività dei due sia legata a quella napoletana, col tentativo di espandere il mercato della droga su Lanciano e comuni limitrofi. In particolare, si cercano di chiarire eventuali collegamenti con il clan camorristico Vollaro, a cui uno dei due arrestati apparterrebbe.

Gli agenti si sono appostati sotto l'appartamento dalle prime luci dell'alba e hanno visto arrivare su uno scooter Irollo, sottoposto agli arresti domiciliari, da scontare nella sua abitazione di Lanciano. Una volta che l'uomo è entrato, dopo qualche minuto è scattata l'irruzione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • Morto l'uomo caduto all’interno della scala mobile di Chieti

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Da Francavilla ad "Avanti un altro", Al Di Berardino conquista Bonolis: "Per me ha già vinto!"

Torna su
ChietiToday è in caricamento