Viva Miglianico Viva ricorda gli incendi di un anno fa

Il gruppo consiliare di minoranza Viva Miglianico Viva ha voluto ricordare gli incendi intimidatori di un anno fa. Furono incendiate una macchina del Comune e poi l'auto del sindaco

Un anno fa, il 16 e il 18 ottobre del 2010, la cittadina di Miglianico fu scossa da due atti dolosi che ancora oggi non possono essere dimenticati. Prima fu incendiata un’auto del Comune, parcheggiata proprio sotto il portico del palazzo municipale, e, dopo 48 ore, toccò alla macchina del sindaco, incendiata nel parcheggio di casa sua.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Le indagini condotte dai carabinieri e dalle altre forze dell’ordine non hanno dato nome e volto all’autore o agli autori e ai relativi mandanti di quei due gesti. Il gruppo consiliare Viva Miglianico Viva oggi, a un anno di distanza da quella brutta pagina di storia locale, ha voluto ricordare quegli eventi, per rimarcare ancora una volta il clima di sconcerto, di paura e di lunga preoccupazione che ogni miglianichese ha purtroppo vissuto. 
 
"Non va dimenticato - hanno detto i rappresentanti di Viva Miglianico Viva - il danno che è stato inflitto all’immagine del paese e alla nostra comunità locale. Le brutte notizie non fanno mai buon nome. Miglianico non meritava questa prova di paura. I miglianichesi non potevano accettare allora e non potranno mai accettare simili azioni criminose. Quello che possiamo fare come minoranza è continuare nel lavoro di controllo, poiché questo è uno dei compiti principali che l’elettorato affida a chi perde le elezioni. Fare proposte a questa maggioranza è cosa inutile. Rinnoviamo la piena solidarietà ai nostri concittadini che sono stati così provati da quegli eventi dolosi. Invitiamo le forze democratiche, le associazioni cittadine, ogni cittadino di buona volontà a sostenere il nostro impegno e comunque a essere partecipe della vita politica e amministrativa locale, affinché non ci siano altre tentazioni di segnare la vita cittadina con gesti, come quelli compiuti un anno fa, che non appartengono alla civiltà del popolo miglianichese".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasto e Chieti piangono la scomparsa del professor Domenico Rossi, morto a 50 anni per un malore

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Estate 2020: in spiaggia con la mascherina, sotto l'ombrellone a 1 metro di distanza. Come si andrà al mare

  • Oggi sposi, nonostante il Coronavirus: Jessica e Francesco si sono sposati a Chieti in attesa dei loro gemellini

  • Coronavirus: nessun nuovo caso in provincia di Chieti, ma c'è una persona morta

  • Proprietà e benefici delle fave, da mangiare rigorosamente con “pane onde”

Torna su
ChietiToday è in caricamento