Aggressione omofoba: Digos smentisce i feriti

I giovani omosessuali oggetto dell'aggressione di domenica sera a Chieti Scalo non sarebbero stati colpiti dal lancio di bottiglie e mele. La pattuglia è intervenuta senza riuscire ad individuare i responsabili. Stamani l'Arcigay ha sporto denuncia

Il luogo dell'aggressione

In merito all’aggressione avvenuta domenica scorsa (3 giugno) poco dopo mezzanotte ai danni di giovani omosessuali che avevano partecipato ad una festa nel bar “Gran caffè La Fontana” di Chieti Scalo, la Digos fa alcune precisazioni.

Altri giovani, ancora non identificati, hanno lanciato bottiglie di vetro e mele verso gli avventori del bar, ma non li hanno colpiti, al punto che nessuno è ricorso alle cure dei sanitari in ospedale. Subito dopo il fatto è intervenuta una volante che ha cercato gli aggressori nei dintorni, senza riuscirci.

Stamani (mercoledì 6 giugno) l’Arcigay ha presentato una denuncia alla procura della Repubblica per i fatti di domenica sera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento