Fidanzatini picchiati e rapinati a Pescara: arrestata una 18enne teatina

Assieme ad altri due coetanei e a un ragazzo minorenne é indagata per rapina e lesioni aggravate verificatesi quasi un mese fa a una coppia di minorenni

La polizia ha arrestato tre giovani, due ragazzi ed una ragazza, per rapina e lesioni aggravate ai danni di una coppia di fidanzatini minorenni avvenuta a Pescara nella notte del 21 ottobre scorso, nei pressi della centralissima via Carducci.

Le indagini, affidate alla Squadra Mobile, grazie anche al contributo delle immagini delle telecamere di un esercizio commerciale, hanno permesso di risalire ai quattro responsabili dell'aggressione: tra questi c'è una 18enne di Chieti, G.M., assieme a due coetanei pescaresi T.F. e D.A.F., quest'ultimo già conosciuto dalle forze di polizia. Il quarto giovane identificato, 17 anni da compiere, è stato segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni dell’Aquila.

Secondo quanto ricostruito dalle indagini della Squadra Mobile quella sera una coppia di fidanzatini, 17 anni lui, 16 lei, veniva avvicinata dai quattro mentre se ne stava tranquillamente seduta su una panchina.  Uno degli arrestati, D.A.F, aveva dapprima ingiuriato e poi colpito con uno schiaffo sul volto la 16enne. A quel punto era intervenuto il fidanzato, il quale veniva a sua volta aggredito dal gruppo con violenti calci e pugni. La 16enne aveva tentato invano di ostacolare gli aggressori, ed era stata affrontata a sua volta dall’unica ragazza del quartetto, che l'aveva immobilizzava a terra mentre D.A.F. continuava a prenderla a calci. Il fidanzato, ormai inerme sull’asfalto, veniva invece percosso dagli altri sconosciuti. Gli aggressori avevano anche rubata la borsa della ragazza, contenente il suo telefono cellulare ed effetti personali. Subito dopo la violenza, le due vittime erano finite in pronto soccorso.

Sulla base degli elementi probatori acquisiti il sostituto procuratore della Repubblica Anna Benigni, titolare delle indagini, ha chiesto nei confronti dei tre maggiorenni identificati l’applicazione di provvedimenti restrittivi, contestando i reati di rapina aggravata e lesioni personali aggravate. E' stata disPosta l’applicazione della custodia in carcere perD.A.F., gli atri due indagati sono invece agli arresti domiciliari, E’ al vaglio della Procura presso il Tribunale per i minorenni di l’Aquila la posizione del 16enne.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in A14: muore Alessandro Berloni, manager della Fox Petroli

  • Auto si ribalta in curva: arrivano i vigili del fuoco per estrarre il conducente dalle lamiere

  • Alcol e droga, strage di patenti: la Polstrada ne ritira 8 in una notte

  • La Nottata lancianese e la notte bianca dello Scalo: il programma del weekend

  • Operazione Tallone d'Achille: giovanissimi facevano il pieno di droga prima delle notti in discoteca

  • La dea bendata torna a baciare la ricevitoria Luciani: vinti 50 mila euro con un gratta e vinci

Torna su
ChietiToday è in caricamento