Supporto a distanza dall'ambulatorio di Asl e università per le donne trattate per tumore mammario

Newsletter, video tutorial e lezioni di fitness per le pazienti già in cura nell’ambulatorio di Medicina Integrata

L’ambulatorio di Medicina Integrata della Asl 02 di Lanciano-Vasto-Chieti e del dipartimento di Medicina e Scienze dell’Invecchiamento dell’università d’Annunzio di Chieti-Pescara rimane accanto alle sue pazienti, anche nell'emergenza sanitaria per il Covid 19, per garantire la continuità delle cure per il trattamento del tumore mammario.

Fin dai primi giorni delle restrizioni, l’equipe, sotto la direzione della dottoressa Simona Grossi e del professor Giorgio Napolitano, docente di Endocrinologia nel dipartimento di Medicina e Scienze dell’Invecchiamento della d’Annunzio, ha provveduto all’invio di newsletter settimanali inerenti allo stile di vita, e di feedback telefonici, volti ad assicurare continuità assistenziale alle donne già in trattamento nutrizionale e psicologico, per cercare di tamponare le difficoltà operative generate dalla restrizione globale, necessaria ed utile per la salute pubblica.

A queste, col trascorrere dei giorni, si è aggiunta la creazione di video tutorial, per ribadire l’importanza della limitazione del tempo giornaliero di sedentarietà, della sua frammentazione e della programmazione delle giornate in senso proattivo, pur in presenza della quarantena.

"Trovare opportunità di movimento e diluirle durante la giornata, nonché opportunità di riduzione dello stress e di gestione nutrizionale, sono messaggi chiave per favorire l’intera salute psicofisica delle donne e per prevenire alcuni dei possibili effetti collaterali delle terapie a cui sono sottoposte a cui si aggiungono quelli della quarantena", spiegano Grossi e Napolitano, referenti, rispettivamente, per la Asl e l'ateneo dell'ambulatorio.

A questo si agigunge la la ripresa delle classi di allenamento, sia dell’ospedale Bernabeo di Ortona, sia dell'ateneo d’Annunzio di Chieti-Pescara, grazie alla realizzazione di lezioni online, live, di esercizio fisico, da parte dello staff dell’ambulatorio specializzato in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive ed Adattate.

Per mantenere gli standard di sicurezza ed efficacia, ovviamente, le lezioni sono condotte con le donne screenate prima dell’inizio della quarantena e di cui se ne era verificata l’idoneità nella Medicina dello Sport della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, mentre, con tutte le donne afferenti all’ambulatorio, si condividono indicazioni trasversali che non siano nocive a nessuna.

Infatti, se da un lato, assicurare l’adeguata stimolazione psicofisica, anche attraverso l’esercizio fisico, rappresenta un momento molto importante per le donne trattate per tumore mammario, altrettanto importante è rispettare tutti i passaggi, affinché l’esercizio fisico sia realmente efficace e sicuro, ovvero, affinché l’esercizio fisico sia reale momento di benessere e salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Schianto frontale nella notte: muore un giovane di 22 anni, ferita una donna [FOTO]

  • Il teatro piange Maria Grazia Montante, regina della compagnia I Marrucini

  • Ascanio Celestini, Lino Guanciale e gli Avion Travel: estate di grandi nomi a Guardiagrele

  • “Morti aspettando la cassa integrazione”: necrologi shock di CasaPound davanti alla sede Inps

Torna su
ChietiToday è in caricamento