Coronavirus, il consiglio dell'oculista: "Le lenti a contatto possono essere veicolo di contagio"

Le raccomandazioni del direttore del Centro di eccellenza di Oftmalmologia, Mastropasqua, che ha attivato un numero dedicato ai pazienti operati

"Attenti agli occhi, specie all'uso delle lenti a contatto, perché sono esposti al contagio da Coronavirus quanto le altre mucose della bocca e del naso. L'appello arriva da Leonardo Mastropasqua, direttore del Centro di eccellenza di Oftmalmologia dell'università d'Annunzio e della Asl Lanciano Vasto Chieti, il quale ricorda che la congiuntivite è sintomo del virus. 

"È importante - spiega - essere attenti a manifestazioni come l'occhio arrossato, la lacrimazione eccessiva, secrezioni, bruciore. Quindi il consiglio è non usare lenti a contatto perché le mani possono essere il veicolo del virus e, se proprio non si tollerano gli occhiali, scegliere lenti a contatto usa e getta, giornaliere, avendo cura prima di compiere l'operazione, di lavare bene le mani con sapone per 20 secondi". 

Il Centro di Oftalmologia, non potendo visitare i pazienti operati, perché in ospedale sono ammessi solo i casi urgenti, prosegue con i controlli per telefono. È stata attivata infatti una linea telefonica per garantire il follow up, vale a dire l'osservazione, il monitoraggio periodico e programmato previsto dopo un'operazione. 

"Le restrizioni alle attività sanitarie imposte dall'emergenza Covid-19 - spiega Mastropasqua - impediscono di fatto lo svolgimento delle visite di controllo. Abbiamo pensato, allora, di tenere aperto un contatto, seppure a distanza con i nostri pazienti, così da riuscire a garantire loro la giusta assistenza anche in caso di possibili disturbi derivanti dai numerosi interventi chirurgici effettuati negli ultimi mesi per i quali è opportuno garantire continuità assistenziale e terapeutica attraverso parere specialistico. La finalità è valutare la regolarità del decorso clinico e l'eventualità di una visita in urgenza". 

Si può chiamare il numero 350.0088636, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, e il sabato dalle ore 9 alle 12. A rispondere sono i medici dell'équipe di Mastropasqua. È possibile anche inviare una mail all'indirizzo: clinicaoftalmogica@unich.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dolore e sgomento per la morte di Ottavio De Fazio, il motociclista caduto durante un'uscita

  • Schianto mortale lungo la Tiburtina: motociclista di Chieti perde la vita

  • Impiegata positiva al Covid-19, chiude ufficio postale di Francavilla al Mare

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

Torna su
ChietiToday è in caricamento