Smalto gel e semipermanente: come toglierlo fai da te senza rovinare le unghie

La chiusura dei negozi, centri estetici compresi, ha creato non pochi disagi, anche a chi opta per lo smalto gel o semipermanente per avere le mani sempre in ordine

La chiusura dei negozi, centri estetici compresi, ha creato non pochi disagi, anche a chi opta per lo smalto gel o semipermanente per avere le mani sempre in ordine. Tuttavia, proprio la quarantena, la ricrescita e la semplice usura, possono aver leso lo smalto, quindi bisogna passare alla rimozione.

Come toglierlo senza rovinare le unghie? Per riuscirci bene e senza problemi, bisogna munirsi innanzitutto di pazienza e poi di una sorta di kit per togliere il rivestimento. Serviranno:

Si inizia con il buffer delicatamente sulla superficie dell'unghia così da togliere lo strato lucido e permettere all'acetone di penetrare nello smalto; a questo punto, prendi un dischetto struccante, taglialo a metà e imbevilo nel solvente, poi appoggialo sull'unghia e fissalo alle dita utilizzando della carta stagnola.

Ripeti lo stesso procedimento per tutte le dita e lascia in posa l'impacco per almeno 20 minuti; per rendere più semplice questo passaggio, prova a partire dalla mano con cui sei meno pratica, così che sarà poi più facile lavorare sull'altra mano.

Passato il tempo di posa, rimuovi uno alla volta sia la carta stagnola che i dischetti: sulle unghie l'acetone avrà ammorbidito lo smalto, che potrai facilmente eliminare utilizzando la parte obliqua del bastoncino d'arancio, partendo da un angolo dell'unghia per poi proseguire verso l'alto. Per concludere, ripassa il buffer sulla superficie dell'unghia, per levigarla e renderla completamente uniforme e lucida, e applica un olio rinforzante.

Consigli

Ricorda che il buffer deve essere sempre passato delicatamente, evitando sfregamenti eccessivamente energici che possono rovinare la superficie dell'unghia, rendendola debole e incline allo sfaldamento. 

Opta per una lima non troppo dura e procedi con movimenti delicati e dolci, per non limare eccessivamente la superficie dell'unghia. Questo, infatti, è un errore comune, dovuto anche dalla polvere in eccesso che si forma sull'unghia: per questo motivo ti consiglio di rimuovere l'eccesso di polvere con una spazzolina, così da lavorare sempre sull'unghia pulita. 

Inoltre, è fondamentale prendersi cura dell'unghia dopo la rimozione dello smalto: applica sempre uno smalto nutriente e/o indurente, che andrà a rinforzare la base dell'unghia prevenendone lo sfaldamento, poi utilizza una crema o un olio per cuticole tutto intorno all'unghia per nutrire e idratare a fondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo caso positivo al Covid 19: è un paziente in ospedale a Chieti, domiciliato a San Salvo

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • Bimbo di 3 anni investito mentre attraversa la strada con la mamma: panico a Chieti Scalo

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • È morto l'assessore Antonio Viola

  • Lite tra condomini a Chieti finisce a colpi di forbici: denunciati in due

Torna su
ChietiToday è in caricamento