Orsogna e il suo assessore alla Gentilezza danno il cartellino rosso alla violenza

L'assessore Montefusco ha aderito all'iniziativa lanciata dall’associazione Cor et amor e dal Movimento Mezzopieno in occasione del 25 novembre

Anche il Comune di Orsogna ha aderito all’iniziativa “Alla violenza diciamo: No, grazie!”, lanciata dall’associazione Cor et amor e dal Movimento Mezzopieno nell’ambito della Rete nazionale degli Assessori alla gentilezza, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. In particolare, l'assessore alla Gentilezza Tiziana Montefusco ha raccolto con favore, condividendo il proprio video, l'invito delle due associazioni. 

Un cartellino rosso diventa il simbolo per dire, con un gesto semplice di immediata comprensione, che i comportamenti violenti vanno “espulsi”, condannati e contrastati. La gentilezza, simbolicamente espressa con il messaggio “No, grazie”, va invece messa in campo per prevenire e contrastare la violenza.

I video e i messaggi dagli assessori sono pubblicati sul sito della Rete

Anche la carica di assessore alla Gentilezza è nata su invito delle associazioni Cor et Amore e del Movimento Mezzopieno, che hanno invitato tutti i sindaci a istituire questo assessorato: un incarico a costo zero, ma dal grande valore simbolico.

L'impegno è occuparsi della buona educazione, del rispetto verso il prossimo e la cosa pubblica, di sensibilizzare i cittadini ai comportamenti positivi e accrescere lo spirito di Comunità. Con la gentilezza è possibile prevenire alcuni comportamenti che danneggiano il vivere sereno.

Ad oggi sono oltre 67 i Comuni che hanno aderito e per dare continuità e contenuto all’incarico le associazioni promotrici hanno istituito la Rete nazionale degli assessori alla gentilezza con cui promuovere azioni, condividere le buone pratihe e valorizzare le iniziative organizzate a livello locale. L'amministrazione di Orsogna, guidata dal sindaco Erneso Salerni, è l'unica ad aver raccolto l'invito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore in casa: muore a 34 anni Flavio, commesso di Megalò

  • C'è posta per te, in fiamme autobus partito dall'Abruzzo

  • Ruba un giaccone in saldo, rimuove la placca antitaccheggio e lo indossa: bloccato al centro commerciale

  • Preselezione per infermieri: pubblicata la graduatoria dei mille che accedono alla prova scritta

  • Raccolta differenziata a Chieti: il nuovo calendario

  • Pronto il nuovo reparto di Medicina dell'ospedale di Chieti: stamattina i primi pazienti

Torna su
ChietiToday è in caricamento