Nuovi servizi per la famiglia e i minori a Fossacesia

Sono stati attivati da alcuni giorni il ‘Centro Famiglia’ e avviato il progetto ‘Affido’, un programma sperimentale per valutare le necessità del territorio

Nella sede dell'assessorato alle Politiche Sociali di Fossacesia, è stato attivato da alcuni giorni il ‘Centro Famiglia’ e avviato il progetto ‘Affido’, un programma sperimentale per valutare le necessità del territorio.

Sarà predisposto materiale informativo e questionari da somministrare a campione nelle scuole primarie e secondarie di primo grado presenti sul territorio dei Comuni della Zona di Gestione Sociale numero 2 - ADS 11 Frentano e rivolto sia al corpo docente, che ai nuclei familiari. Inoltre, saranno somministrati, anche attraverso le associazioni presenti sul territorio di riferimento e le parrocchie, durante lo svolgimento dei corsi di preparazione al matrimonio.

“L’attività - spiega il sindaco Enrico Di Giuseppantonio - consentirà di comprendere il livello di conoscenza dell’istituto dell’affido e di raccogliere informazioni sulla disponibilità ad accogliere nel proprio nucleo familiare minori in condizioni di difficoltà. I questionari compilati verranno analizzati al fine di individuare le persone interessate, che avranno la possibilità di partecipare ad un corso di formazione al termine del quale saranno inserite in un albo di nuclei disponibili".

Il Centro Famiglia si occuperà di accogliere chiunque senta il bisogno di accedervi per un supporto psicologico, o per avere informazioni legali in materia di famiglia, adozione, affido, responsabilità penale di minori, problematiche legate al soggiorno di cittadini stranieri, e ogni altra esigenza espressa.

“Le professioniste che operano allo Sportello, oltre che essere a disposizione della cittadinanza e per coloro che ne sentissero il bisogno, saranno a disposizione dei servizi sociali dei Comni della Zona di Gestione Sociale numero 2 - ADS 11 Frentano, per le consulenze oltre che per la presa in carico di casi segnalati e ritenuti meritevoli di interventi specializzati", precisa il vice sindaco con delega alle Politiche Sociali, Maria Angela Galante.

Lo sportello, inoltre, attenzionerà e monitorerà il fenomeno della violenza a danno delle persone di minore età, come raccomandato di recente dal Garante per l'infanzia e l'adolescenza nonché dal Prefetto di Chieti, Giacomo Barbato.

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Voglia notturna di cornetto? Ecco le cornetterie aperte a Chieti

  • Ragno violino: cosa fare in caso di attacco

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • È morta Nadia Toffa, amica di Chieti e dell'Abruzzo

  • Ciao Lorenzo, tanta commozione al funerale del ragazzo morto durante una partita di calcetto

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

  • La guida agli eventi del Ferragosto 2019

Torna su
ChietiToday è in caricamento