Don Erminio show: "Ragazzi...facciamo una preghiera per l’Inter"

Il giovane parroco di Santa Maria Maggiore di Guardiagrele si è lasciato andare al termine della funzione religiosa conquistando la simpatia degli organizzatori del Premio Prisco che ora lo vogliono al Marrucino

“Ragazzi, adesso, prima di salutarci facciamo una preghiera per l’Inter. Sapete chi gioca stasera? La Juventus… speriamo che perda… anche se credo che sarà difficile”. Con queste parole, sabato sera, don Erminio Di Paolo, parroco della Collegiata di Santa Maria Maggiore di Guardiagrele, ha congedato i tanti giovani iscritti ai corsi di catechismo presenti nel duomo sabato sera, al termine della funzione religiosa. È nota ai guardiesi la fede calcistica, o meglio la passione per l’Inter del giovane presbitero, originario di Lanciano, destinato a Guardiagrele per il suo servizio pastorale dallo scorso settembre.

La sua simpatica “raccomandazione” ha attirato l’attenzione di Marcello Zaccagnini, presidente del comitato organizzatore del Premio nazionale “Giuseppe Prisco” alla lealtà, alla correttezza e alla simpatia sportiva, che ogni anno, nel mese di maggio, si svolge al teatro Marrucino di Chieti. L’imprenditore vitivinicolo ha chiesto segretario generale del premio, il giornalista Stanislao Liberatore, di contattare il sacerdote per invitarlo a presenziare, in qualità di ospite, alla cerimonia di premiazione dei vincitori in programma al Marrucino lunedì 27 aprile alle 11. Il premio, infatti, è anche un invito alla simpatia sportiva che don Erminio incarna alla perfezione, come sa bene chi lo conosce.

Il sacerdote 37enne ha ringraziato per l’invito rivoltogli da Zaccagnini dicendo che farà di tutto per garantire la sua presenza a Chieti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra gli insigniti del premio Prisco, quest’anno, figura il commissario tecnico della  Nazionale italiana di calcio, Roberto Mancini, a cui la commissione presieduta da Sergio Zavoli ha attribuito all’unanimità il “Premio speciale della giuria”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • L'infettivologo: "Aspettiamoci 2-3mila casi in Abruzzo. Fine di questa fase? Almeno altre 4-6 settimane"

  • Covid-19, il laboratorio dell'Ud'A di Chieti pronto per eseguire i test: si parte con gli operatori sanitari

  • Coronavirus: altri sei morti in Abruzzo, due erano della provincia di Chieti

  • Crescono i casi di Coronavirus a Caldari di Ortona, il sindaco chiede tamponi per tutti

  • Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

Torna su
ChietiToday è in caricamento