Giustizia sociale promuove le delegazioni di quartiere

L’idea nasce dalla necessità di rendere partecipi i cittadini alla vita dell'amministrazione pubblica, alla luce di una identità comunitaria che va sempre più sgretolandosi

Il gruppo consiliare Giustizia Sociale ha depositato in Comune a Chieti una mozione riguardante l’istituzione della delegazione di quartiere nella vita dell'amministrazione pubblica. Il progetto è promosso dal capogruppo di Giustizia Sociale Bruno Di Paolo con il responsabile per le attività culturali e artistiche Gianni Totino.

“Lo scopo – spiega Bruno Di Paolo – non è solo quello di favorire il coinvolgimento della popolazione nella vita amministrativa della città, incoraggiando  e sostenendo “l’autogestione” degli spazi e degli eventi attraverso un’autonoma organizzazione, ma anche quello di promuovere un innovativo progetto pilota di sicurezza basato, a costo zero e senza coinvolgimento operativo da parte del Comune, sull’autocontrollo del territorio del singolo quartiere”.

L’idea nasce dalla necessità di rendere partecipi i cittadini alla vita dell'amministrazione pubblica, alla luce di una identità comunitaria che va sempre più sgretolandosi.

“Siamo convinti – aggiunge Gianni Totino -  che la sfida per il futuro sarà abbattere quel “muro” immaginario dei cittadini dove abbandono, senso di ingiustizia, povertà e mancanza d'ascolto tentano di riaffiorare nelle menti quale base di una società afflitta e malata. Ciò che si avverte non è solo il collettivo senso di rassegnazione derivante dallo smarrimento di una riconosciuta storica identità comunitaria e, soprattutto, dalla crisi economica che a tutt'oggi sembra non trovare soluzioni, ma anche il senso, da parte dei cittadini, di abbandono ed esclusione dalla vita dell’amministrazione pubblica. Tale situazione si accentua quando si parla di Servizi che il Comune dovrebbe erogare in cambio della tassazione a cui sottopone il cittadino e come, seppur “nell'eccezionalità” degli eventi, gli uffici che dovrebbero rappresentare le istituzioni in ambito locale non ne escano ben visti”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Coronavirus, l'ordinanza della Regione Abruzzo: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus, primo caso in Abruzzo: paziente positivo al primo test ricoverato a Teramo

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

Torna su
ChietiToday è in caricamento