Giuseppe Teodoro: “Il benessere psico-fisico è l’economia del futuro”

Il responsabile dell’Enjoy Fitness di Torrevecchia Teatina considera l’attività fisica “un farmaco” con effetti collaterali solo positivi."Bisogna migliorare la qualità della vita a partire dalla più tenera età: la “sindrome della pantofola” è un rischio che incombe sempre più e …noi le bruciamo!"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

 “Possiamo considerare l’attività fisica come un nuovo farmaco. Un farmaco con effetti collaterali solo positivi ed in grado di migliorare la qualità della vita dell’uomo, ridurre i costi della sanità, aumentare la produttività nei luoghi di lavoro e abbattere la “sindrome della pantofola” che troppo spesso incombe su molti di noi”: Così Giuseppe Teodoro, che opera da oltre 20 anni nel settore del wellness, con passati di atleta e vincitore di concorsi di body-building, nonché corteggiatore alla celebre trasmissione “Uomini e Donne” di Maria De Filippi, ha concluso l’incontro tenutosi nel Club teatino sul benessere psico-fisico lo scorso week end e che ha visto la partecipazione di un folto pubblico di curiosi e “addetti ai lavori” con i quali si è istaurato sin da subito un dibattito costruttivo.

Come si è evoluto il fitness in questi anni? E’ cambiato molto, all’inizio la ginnastica era puro divertimento e benessere. L’attenzione con il passare del tempo si è spostata sul benessere, il wellness appunto. Gli stili e i ritmi di vita sono cambiati, la sedentarietà è diventata un punto integrante della vita di tutti, anche a causa dell’entrata massiccia della tecnologia, sin dalla più tenera età. Oggi ci si avvicina ad un centro fitness per vivere meglio, scaricare lo stress e la rabbia, curare, ma soprattutto prevenire patologie. L’uomo vive sempre più e, sempre più, è disabituato al movimento. Il wellness è un nuovo stile di vita che attraverso l’educazione ad una regolare attività fisica, una corretta e sana alimentazione ed un approccio mentale positivo consente di raggiungere un perfetto equilibrio psico-fisico per l’attività lavorativa e sociale delle persone. Per trasmettere questa cultura su che età bisogna puntare? Su tutte dal bambino all’adulto. Attraverso lo sport e il fitness si imparano molte cose, dalla coordinazione alla socializzazione. Oltre al fatto che i benefici si ripercuotono anche nell’ambiente di lavoro o a scuola…questo insegnamento, questo modus vivendi, ti rimane dentro per tutta la vita, ti fa star bene e ti aiuta a vivere fino a 100 anni e anche più! Quali sono i metodi per farlo? Consulenza e coaching.

Con la nostra esperienza ci siamo resi conto che le persone tendono a demotivarsi facilmente. Quindi per aiutarli a raggiungere gli obiettivi le persone vanno motivate e aiutate, ascoltate e seguite durante tutto il percorso. Al giorno d’oggi nel nostro settore si tende a dare troppa importanza alla tecnica, senza rendersi conto che la parte relazionale è quella che ha più valore. Cos’è dunque l’attività fisica? E’ un nuovo farmaco con effetti collaterali solo positivi. Ne beneficiano l’uomo, le scuole, le aziende e l’intero sistema paese. In America dicono “healthy people make healthy companies” (trad. “le persone sane fanno società sane”) ed io aggiungerei “healthy people and healthy companies make healthy countries” (trad. “persone sane e compagnie sane fanno paesi sani”). Nel nostro club, simbolicamente, ai nuovi ingressi facciamo “bruciare” una pantofola per dar fuoco all’inerzia e iniziare così un nuovo stile di vita, dove wellness equivale a vivere una nuova vita da protagonisti attivi e non da spettatori stravaccati sul divano!

Torna su
ChietiToday è in caricamento