Fabrizia D'Ottavio a Bucchianico per parlare ai ragazzi di futuro e di scelte scolastiche

La ginnasta teatina interverrà nell'ambito del progetto “Allenarsi per il futuro” dell'istituto comprensivo bucchianichese

Sarà la campionessa di ginnastica artistica Fabrizia D'Ottavio, oro ai Mondiali di categoria a Baku nel 2005 e medaglia d'argento alle Olimpiadi di Atene del 2004, ad incontrare domani mattina, 9 novembre, i ragazzi delle classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado dell'Istituto Comprensivo di Bucchianico, che raccoglie le scuole  di Bucchianico, Vacri e Villamagna, e a parlare loro dell'importanza della scelta della scuola superiore e del futuro percorso di alternanza scuola-lavoro: un confronto che intende favorire l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro e promuovere la formazione e l’orientamento scolastico, che vede fianco a fianco il mondo della scuola e quello dell'impresa. La giornata, che è identificata dal titolo “Allenarsi per il futuro”, infatti è il risultato di un progetto sviluppato da due aziende specializzate in tecnologie e servizi, la Bosch, e in risorse umane, la Randstad, che intendono far comprendere ai ragazzi come intraprendere il cammino verso il futuro, ascoltando la testimonianza di un'atleta che ha fatto dell'impegno un fattore di successo.
Dapprima la campionessa sarà presso la Sala del Banderese a Bucchianico, alle 9, per incontrare i ragazzi della scuola di Bucchianico, poi alle 11 si sposterà presso il centro sociale di Vacri dove parlerà ai ragazzi di Vacri e Villamagna.


"Attraverso la metafora dello sport – ha spiegato il dirigente scolastico, prof.ssa Francesca Di Tecco – questo incontro intende trasmettere ai ragazzi l'importanza di compiere scelte scolastiche corrispondenti alle attitudini personali, oltre che alle richieste del mercato, 'allenando' il talento per raggiungere gli obiettivi professionali. Un buon percorso di orientamento, infatti, dovrebbe fornire ai giovani l’opportunità di conoscere meglio se stessi e le proprie inclinazioni e, allo stesso tempo, di avere una visione realistica delle richieste del mondo del lavoro per potersi proiettare in modo consapevole nel proprio futuro professionale, scegliendo il percorso scolastico più coerente con le legittime aspettative di gratificazione personale. Per la scuola è essenziale accompagnare i ragazzi nella crescita della consapevolezza di sé e delle proprie inclinazioni: in questo modo possiamo contribuire alla riduzione della dispersione scolastica, che secondo le statistiche è ancora tra le principali cause della disoccupazione giovanile".
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Smart city index, Chieti tra le ultime 40: buoni risultati in vision e strategia, indietro nei servizi

  • Attualità

    Quando Uliassi capitolò davanti alle sise delle monache: "Che buono il dolce di Guardiagrele!"

  • Cronaca

    Minacce di morte al commerciante per estorcergli denaro: arrestato in flagranza dalla polizia

  • Video

    VIDEO | Le temperature si abbassano: qualche consiglio per i nostri amici a quattro zampe

I più letti della settimana

  • Shock a Ortona: donna violentata in spiaggia, l'aggressore viene fermato dai carabinieri

  • Viale Gran Sasso, vuole gettarsi dal viadotto: gli agenti lo salvano

  • Scontro frontale fra due auto, bloccato il tratto fra Chieti e Ripa Teatina

  • Le migliori scuole superiori a Chieti secondo Eduscopio: Masci e Savoia in vetta

  • Botte davanti al locale e spunta anche una mazza ferrata: cinque denunciati per rissa

  • Strage di patenti dopo la festa del vino

Torna su
ChietiToday è in caricamento