Trasporto lavoratori pendolari, Fiom Cgil: "Le autolinee molisane devono adeguarsi"

Il sindacato chiede che anche le aziende di trasporto molisane si adeguino alle misure restrittive in vigore nella regione Abruzzo

La Fiom Cgil segnala che da oltre quindici giorni vengono problemi da parte dei lavoratori che dal Molise si recano nella regione abruzzese per motivi di lavoro. 

Il sindacato chiede alla Regione Abruzzo di intervenire sulla questione stipulando un accordo con la Regione Molise affinchè imponga le misure restrittive che obblighino le aziende di trasporto molisane a rispettare le ordinanze abruzzesi in tema di distanziamento e coefficiente di ripempimento dei mezzi. 

"Attualmente - si legge nella nota della Fiom - considerando la sola Sevel, i lavoratori che vengono da fuori regione sono circa il 10% della forza lavoro, una stima di circa 600 lavoratori. A questi si aggiungono i lavoratori che lavorano in altre aziende della provincia di Chieti. Se le autolinee molisane non si adeguano alle norme -abruzzesi - spiegano dal sindacato - si rischia di vanificare i provvedimenti emessi con l’ultima ordinanza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Schianto frontale nella notte: muore un giovane di 22 anni, ferita una donna [FOTO]

  • Il teatro piange Maria Grazia Montante, regina della compagnia I Marrucini

  • Ascanio Celestini, Lino Guanciale e gli Avion Travel: estate di grandi nomi a Guardiagrele

  • “Morti aspettando la cassa integrazione”: necrologi shock di CasaPound davanti alla sede Inps

Torna su
ChietiToday è in caricamento