Grande successo per l'incontro su "Clima e montagna" organizzato dal Wwf e dal museo universitario

Il climatologo Piero Di Carlo e l’alpinista Giampiero Di Federico hanno affascinanto il pubblico, in cui sedevano anche tantissimi studenti

Grande successo per l’incontro di venerdì 13, nell’auditorium del museo universitario di Chieti, su “Clima e montagne”, organizzato da Wwf Chieti-Pescara e Museo, in collaborazione con il centro d'informazione Europe Direct Chieti. Erano presenti oltre 100 persone, tra cui studenti del liceo classico “G.B. Vico” e del liceo scientifico “F. Masci” di Chieti e una rappresentanza del liceo scientifico “C. D’Ascanio” di Montesilvano. 

Piero Di Carlo, professore associato di Fisica dell'Atmosfera e Climatologia dell'università degli studi “G. d'Annunzio” di Chieti - Pescara, da poco rientrato da Madrid dove ha esposto un suo studio durante la Cop25, ha affascinato la platea raccontando dei cambiamenti climatici, del loro effetto sugli ambienti montani, tra i primi a essere colpiti, e di quello che possiamo fare, a livello globale locale e personale, per contrastarli. Ha completato il discorso l’alpinista e scrittore Giampiero Di Federico, che ha raccontato alcune delle sue avventure sulle più alte vette del mondo.

Si è parlato tra l’altro anche del premio Nobel per l’economia, attribuito nel 2018 agli statunitensi William D. Nordhaus e Paul M. Romer, per aver integrato i cambiamenti climatici e le innovazioni tecnologiche nelle analisi macroeconomiche a lungo termine. Nordhaus in particolare è stato il primo, già negli anni '90 del secolo scorso, a mettere a punto modelli quantitativi che descrivono l'interazione globale tra economia e clima: in base a questi studi – ha ricordato Di Carlo – non è affatto vero che l’attenzione verso il clima e la natura penalizza necessariamente il prodotto interno lordo, ma anzi può essere l’esatto contrario".

Il pubblico ha apprezzato, dimostrandolo chiaramente con le tante domande rivolte ai relatori. La giornata, condotta dal presidente del Wwf Chieti-Pescara Nicoletta Di Francesco, è stata completata da Annalisa Michetti, del Centro d'informazione Europe Direct dell’università di Chieti, che ha illustrato, in particolare ai ragazzi, le possibilità offerte dal nostro essere in Europa.

“Un appuntamento importante e ben riuscito – ha commentato Nicoletta Di Francesco – che chiude nel migliore dei modi la ricchissima attività 2019 del Wwf Chieti-Pescara”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale: salvata da un infermiere

  • Sentenza storica per gli ex militari transitati all'impiego civile: accolta la tesi del legale teatino Pierluigi Abrugiati

  • Un abruzzese nell'inferno di Wuahn in quarantena per il virus cinese

  • Lutto nella sanità abruzzese: si è spenta la dottoressa Mariangela Bellisario

  • Coronavirus: la circolare del Ministero della Salute per non contrarre il virus cinese

  • In tribunale con gli screenshots delle conversazioni della moglie per provare il tradimento ma viene denunciato

Torna su
ChietiToday è in caricamento